lunedì 11 dicembre 2017

MESAUDA MILANO: BRAND OVERVIEW



MESAUDA MILANO 
BRAND OVERVIEW

Se mi seguite su Instagram e Facebook (e se non lo fate correte subito a rimediare, The Ladyboy by Enrie Scielzo su FB e enriescielzo su IG) avrete notato che da un po’ di tempo utilizzo spesso e volentieri i prodotti Mesauda, un’azienda romana giovane e dinamica che dà qualche anno si è affacciata sul mondo del beauty blog riscontrando molti pareri positivi.

Io ho avuto modo di incontrare tutto il team alla Fiera Aestetica di Napoli e devo dire che sono tutti molto gentili e cordiali, mi hanno dato tantissimi prodotti da provare per voi e così ho deciso di fare un roundup per mostrarvi quali sono quelli che mi piacciono di più e quelli che non mi hanno convinta.

Trovo che questo tipo di post sia molto utile per farsi una panoramica generale di un brand e capire quali sono i prodotti su cui puntare e quali lasciare sugli scaffali, soprattutto in un’epoca in cui l’offerta è così vasta; perciò, se vi va, fatemi sapere che questo articolo vi è piaciuto con un commento, un like o una condivisione, così ne farò altri in futuro 😊

Inoltre vi lascio qui i link agli altri due post su Mesauda Milano che ho già scritto, la loro recensione sui loro rossetti classici Vibrant Lipstick e quella in cui vi ho parlato degli illuminanti Light’n’Bronze e la Lipstick PaletteSe vi piacciono le mie brand overview, invece, qui trovate quella dedicata ad Hourglass Cosmetics.


22,70 € x 30 ml


Cominciamo dalla base, o meglio, dai primer, visto che Mesauda ne ha una vasta gamma tra cui poter decidere. Io ne ho provati 3, due per il viso e uno per gli occhi.

Ho scelto due face primer molto diversi da loro: il primo, il Pro Skin Primer è il classico primer siliconico che crea un film sulla pelle in modo da far scivolare meglio il makeup e attenuare pori dilatati, rughe e imperfezioni del viso. 
La texture è molto simile a tanti primer di questo tipo, come il Baby Skin di Maybelline. Lo trovo abbastanza costoso per un primer di questo genere sinceramente, anche se suppongo che la spesa sia giustificata rispetto ad altri concorrenti per i principi attivi contenuti all’interno, come la vitamina A e l’acido ialuronico (il primer di Hourglass di cui vi ho parlato qui, ad esempio, costa uno sproposito e non contiene al suo interno attivi che agiscano in modo benefico sulla pelle).

Sicuramente rende la pelle immediatamente più levigata alla vista e più setosa al tatto, aiuta realmente a stendere il fondotinta più facilmente e minimizza rughe e pori dilatati. La cosa strana è che più che mattificante a me sembra illuminante, nel senso che la sua formula sembra quasi vada a rendere la pelle più “lucida” (nel senso di luminosità, non di sensazione grassa).

Un primer molto siliconico, non da tutti i giorni ma da riservare agli eventi importanti in cui abbiamo bisogno che la nostra pelle sia semplicemente perfetta.

13,40 € x 30 ml


Il Perfect Skin Primer si posiziona sull’asse opposto dello spettro, in quanto è un primer viso privo di siliconi e costa quasi la metà del primo. 
Ho voluto prendere questo primer proprio perché l’assenza di siliconi, paraffina liquidi e parabeni al suo interno lo rendono “perfetto” (come dice il nome) da utilizzare tutti i giorni. La texture è molto più leggera sia da applicare che all’indosso, l’effetto mattificante e filler aiuta a levigare il viso senza esagerare. 
Se siete fan dei primer questo secondo me è un prodottino da avere sul vanity per un uso quotidiano. 

12,00 € x 12 ml


Xtreme Eyeshadow Base è il primer occhi proposto dall’azienda. 
Ha una consistenza abbastanza secca, sembra quasi un cream to powder, e per questo consiglio di applicarlo su una palpebra asciutta e pulita affinché tenga meglio. Il colore è beige ma risulta pressoché invisibile una volta applicato.
Aiuta la stesura dell’ombretto e ne migliora in piccolissima parte la saturazione, niente di particolarmente evidente se non ci si presta molto caso. Quel che è certo è che aiuta molto a prevenire che l’ombretto vada nelle pieghe: l’ho provato con polveri non eccellenti e devo dire che ha assicurato maggiore durata e aderenza alla palpebra: il segreto è farlo asciugare bene prima di passare all’ombretto, in modo che la formula si stabilizzi e funga da aggrappante.

Al suo interno contiene dei burri e degli olii che si prendono cura della delicata zona del contorno occhi. 
Consigliatissimo soprattutto se avete le palpebre molto oleose.


16,50 € x 30 ml


Parliamo di un prodotto che ho veramente ADORATO e infatti l’ho finito in pochissimo tempo, tanto che l’ho utilizzato! 
Il Perfect Skin Foundation è il fondotinta fluido a lunga tenuto presente in gamma. Il packaging secondo me è veramente adorabile, sapete che io adoro le confezioni a tubo (anche perché, vi dirò la verità, una volta finite le apro con le forbici per poter utilizzare completamente il prodotto, cosa che non riesco a fare con le bottigliette) e lo trovo allo stesso tempo semplice, di classe e pratico.
Il finish è opaco e setoso, i colori usciti per ora sono solo 6 purtroppo ma tra questi io ho trovato il mio match perfetto, SAND 103, che è pressappoco identico al mio incarnato.

La consistenza di questo fondotinta è molto secca, il che fa sì che serva un po’ più di prodotto per lavorarlo e stratificarlo bene e va steso velocemente, ma la coprenza che si ottiene è ottima e al tempo stesso naturale, senza fare quell'antiestetico effetto mascherone di chi ha indossato troppo trucco. Lo sconsiglio a chi ha una pelle molto secca o non perfettamente idratata perché ha un potere mattificante molto elevato, quindi perfetto sia per pelli da normali a miste/ grasse, sia in estate, quando abbia o bisogno di qualcosa che tenga a bada gli oli e rimanga opaco tutta la giornata.

Io l’ho utilizzato veramente ogni giorno da quando l’ho ricevuto, rimane perfetto fino a tarda sera finché non decido di struccarlo, non si lucida, non si ossida, non perde di coprenza o intensità e non ha bisogno di essere ritoccato durante il giorno. Sul viso è impercettibile, ha una texture sottilissima che si dimentica di indossare.  

Il prezzo secondo me è decisamente contenuto e nella media dei fondi da grande distribuzione, il che lo rendono un prodotto a mio avviso davvero speciale, che ha tenuto testa persino al fondotinta del mio cuore.

Sono davvero curiosa di provare gli altri fondi Mesauda tanto che mi sono trovata bene con questa, ed in particolare mi ispirano molto sia il Liquid Silk che il Radiant Skin




8,40 € x 6 ml


Il correttore liquido Mesauda Milano è stato un altro di quei prodotti che mi ha piacevolmente stupita. 
All’inizio sinceramente ero molto prevenuta nei suoi riguardi perché, almeno all’apparenza, mi ricordava un correttore di Wjcon che non mi era piaciuto per niente, ed invece la performance di questo gioiellino ha superato di gran lunga le mie aspettative!

La cosa che mi piace è che la formula è super lightweight, all’indosso non si avverte quasi, ed ha un’altissima aderenza al viso. Anche questo, infatti, come il fondo, ha una consistenza leggermente secca, e per questo rimane esattamente al suo posto, dove è stato applicato, senza spostarsi.

Il finish molto naturale si fonde perfettamente con l’incarnato, ma al tempo stesso garantisce una coprenza medio alta e una durata buona per tutta la giornata. Io ho i colori MIEL che è un pochino troppo scuro e aranciato per me, e quindi lo indosso di solito sotto il fondotinta per contrastare le occhiaie, e NATUREL che invece è mezzo tono più chiaro del mio incarnato e quindi mi garantisce anche un effetto di luminosità al contorno occhi.

La cosa più sorprendente è come questo correttore riesca a minimizzare le rughette in questa zona, cancellando completamente i segni di stanchezza conferendo un aspetto sano, riposato e naturale.
A me sinceramente piace molto e lo utilizzo con piacere tutti i giorni.


Naturel + Miel

21,10 € x 16 gr


Veniamo alla nota dolente di questa panoramica, ovvero la cipria traslucida in polvere libera.

Ci sono sicuramente molti pro a favore di questa cipria: ha un potere opacizzante ECCEZIONALE, l’effetto matte che viene a creare sul viso è reale, una formulazione che secondo me le persone con problemi di oleosità del viso e lucidità della pelle ameranno senza riserve, mentre chi ha una pelle secca potrebbe trovarla troppo asciutta. Il problema è che questa cipria non è per niente “invisible”, anzi, applicata purtroppo risulta abbastanza bianca e schiarisce il viso, compromettendo un po’ il risultato finale. 
Per quanto mi riguarda, non sono molto d’accordo con l’azienda sul fatto che doni “all’incarnato un aspetto radioso e vitale”, anzi, mi sembra spenga un po’ l’incarnato proprio perché essendo abbastanza bianca fa apparire il viso grigognolo.

Inoltre odio il fatto che la jar abbia un siffer che non si può chiudere, quindi la polvere è in continua uscita e vi assicuro che quando svolazza in giro sembra quasi farina.

È un peccato perché la formula è buona, i prodotti si sfumano bene su viso ed ha un bell’effetto levigante, che rende la pelle di porcellana. Sarei curiosa di provare la versione colorata per vedere se si presta meglio alle mie esigenze, questa qui non costando nemmeno pochissimo non è il mio prodotto preferito della linea e non mi sentirei di consigliarlo.




1 commento: