domenica 17 settembre 2017

MESAUDA MILANO - LIPSTICK PALETTE & ILLUMINANTI "LIGHT'N'BRONZE" - REVIEW & SWATCHES


MESAUDA MILANO
LIPSTICK PALETTE & 
ILLUMINANTI LIGHT'N'BRONZE
REVIEW AND SWATCHES

Sono sempre stata affascinata fin da piccola dai colori e dall’arte: quando ero bambina disegnavo per ore ed ore con pennarelli, acquerelli, tempere, pastelli, sperimentavo tecniche nuove coi carboncini e mi cimentavo in collage e dipinti sul vetro con la pasta di piombo. L’Italia è una delle più meravigliose culle d’arte al mondo, e credo che questa scorra un po’ nelle nostre vene per retaggio culturale.

L'altro giorno mia mamma è venuta e mi ha chiesto perché non disegnassi più, e mi ha regalato una confezione di tempere e acquerelli come faceva quando ero piccola. È stato un regalo bellissimo, che mi ha spinto a riflettere in effetti su come la mia passione per il disegno si sia evoluta in quella per il trucco: per me il makeup non è altro che un’espressione d’arte contemporanea, e adesso coloro con ombretti e rossetti, ma sono sicura che il concetto di fondo sia rimasto lo stesso 😊

Ho iniziato a truccarmi per la necessità di vedermi più donna, ma poi è sfociato questo grande amore per i colori, le texture, i finish, le confezioni, che ad oggi è la mia più grande passione. Perciò, quando mi è arrivata a casa questa bellissima palette di rossetti firmata Mesauda Milano mi è sembrato di tornare un po’ bambina, quando pasticciavo con i colori ed i pennelli e inventavo nuovi mondi e nuove cose.
Prima di parlarvi delle mie impressioni in merito e dei nuovissimi illuminanti della collezione Light’n’bronze, vorrei dedicare questo post alla mia mamma che mi ha sempre incoraggiato ad esprimere me stessa attraverso l’arte e mi ha sempre supportato in qualsiasi impresa mi cimentassi, oggi come quando era bambina. Grazie mami! ❤


€27,70 x 10 cialde da 2,5 gr

Il primo prodotto di cui vi parlo è la Lipstick Palette, una tavolozza di dieci rossetti matte appena lanciata sul mercato. Come vi dicevo all'inizio, mi ricorda le tavolozze di acquerelli che avevo quando ero piccola, e mi piace molto l’idea di una palette perché ti dà la possibilità di miscelare i colori e creare proprio quello che si desidera, unico e personalizzato. Inoltre, la trovo una soluzione praticissima da portare in viaggio perché molto leggera e compatta, si hanno tutti i colori a disposizione senza doversi portare dietro diecimila rossetti che occupano tantissimo spazio. 





I rossetti hanno una formula abbastanza solida, il che garantisce un’altissima aderenza alle labbra e assicurano che non sbavino e non se ne vadano in giro per le labbra. La gamma colori accontenta un po’ tutti i gusti: dai nude ai rosa con diversi sottotoni, fino ai viola più scuri - passando per rosso e corallo - ce n’è davvero per tutti i gusti, e in più la possibilità di poter mischiare tra loro le diverse tonalità rende praticamente infinite le nuance di colore disponibili.

La formula è arricchita con vitamina E, ed infatti risulta morbidissima e confortevole all'indosso; inoltre, questi rossetti hanno all'interno un fattore di protezione che è una cosa davvero notevole per un lipstick. 
L’odore è vanigliato, simile a quello di tanti prodotti labbra in commercio (come i rossetti di MAC, per esempio).

Il finish a mio avviso non è al 100% opaco, ma è caratterizzato da una leggerissima satinatura che a me piace molto. La pigmentazione è piuttosto ricca, ma al tempo stesso proprio per la loro particolare finitura una volta applicati sulle labbra sembra di aver utilizzato il pennello blur di Photoshop: non è un colore pieno che "camuffa” le labbra, ma più un effetto soft focus bellissimo che rende le labbra più levigate e sembra fondersi perfettamente con la base. Non so come spiegarvelo a parole, ma anche dagli swatch si vede che quando si applicano risultano quasi “sfocati”, hanno un finish demi-matte molto particolare che non ho riscontrato mai in altri rossetti ma che a me personalmente piace moltissimo. 

La resa sulle labbra è perfetta, vellutata e confortevole, e la consistenza talmente morbida e sfumabile da poterli tranquillamente utilizzare anche come blush in crema. Si stendono facilmente senza aggrapparsi o fare attrito, e si sfumano con altrettanta facilità senza fare macchia.

La cosa che mi ha sorpreso di più, però, è la durata: credevo fossero dei rossetti che vanno subito via, invece ho mangiato e bevuto e devo dire che hanno resistito veramente bene ai pasti, al di là di una debole traccia inevitabilmente venuta via. Ammetto che il modo in cui aderiscono è veramente considerevole per un rossetto classico, ma al tempo stesso sono superleggeri e non si avvertono una volta indossati.

I miei colori preferiti sono ovviamente Skin che ADORO e vorrei fosse formulato in un bullet classico (ti prego, Mesauda!) e Coral
Nelle foto, invece, indosso Red, che è un rosso classico molto bello, e più sotto Plum.


Follow

€16,10 x 6,5 gr cad.

Parliamo ora dell’altra novità in casa Mesauda, la collezione Light’n’Bronze composta da 3 terre e 3 illuminanti cotti. Io ho avuto modo di provare i tre luminizier presenti in gamma, e devo dire che ne sono rimasta piacevolmente stupita! 








Devo dire la verità, quando li ho aperti la prima volta e li ho swatchati sul braccio ero molto in dubbio, perché presi così hanno una perla molto grande - quasi metallica - che sembra estremamente grossolana e polverosa; in realtà una volta applicata sul viso con un pennello il prodotto si fonde in maniera incredibile con l'incarnato, regalando un bagliore stupendo molto visibile ma al tempo stesso molto naturale.

I colori usciti sono Golden Sheen, Platinum e Rose Gold. In realtà una volta applicati non si percepisce una grandissima differenza sul viso, l’effetto rimane lo stesso ma più che altro cambia il sottotono dell’illuminante che si sposa meglio con una carnagione piuttosto che con un’altra (Golden Sheen per le carnagioni olivastre, Rose Gold per quelle più fredde o rubiconde, Platinum è una via di mezzo).

La consistenza è abbastanza secca e polverosa, la texture è quella degli ombretti cotti che andavano tanto di moda qualche anno fa: al suo interno ci sono anche dei microglitter finissimi che però non si percepiscono ad occhio nudo sul viso e non enfatizzano minimamente i pori del viso, anzi, quello che ho notato è che proprio questa speciale trama conferiscano un aspetto molto levigato e naturalmente luminoso. Io personalmente preferisco utilizzarli di giorno perché riflettono la luce in maniera molto raffinata, li trovo un'alternativa sofisticata e che da meno "nell'occhio" al mio amatissimo Mary Lou-Manizer di The Balm e facilissimi da indossare anche per le meno esperte.

Mi piacciono anche come ombretti per uno sprazzo di luce, soprattutto su occhi piccoli o incappucciati: nelle foto indosso infatti Rose Gold utilizzato bagnato come ombretto, Platinum sull’arco di copido e sotto l’arcata sopraccigliare e Golden Sheen sugli zigomi.

Ho detto bagnato perché essendo un prodotto cotto si può utilizzare anche così: in questo modo le cialde diventano molto più metalliche e l’effetto è decisamente più strong. Io personalmente non li preferisco utilizzati wet, adoro gli illuminanti hardcore ma quando hanno delle perle molto grosse tendono a texturizzare un po' la pelle e fare un effetto troppo fake; allo stesso modo, però, li trovo perfetti per un trucco editoriale o per delle foto per Instagram, mentre nella vita di tutti i giorni non li indosserei così intensi (ma questo dipende dai gusti).

Che dire? Adoro questi illuminanti, molto più di quanto avrei immaginato. Vi regalano zigomi istantanei, un bagliore celestiale e sono veramente facilissimi da usare, e anche per una patita di highlighter molto intensi si stratificano in maniera eccellente e si può passare da un look naturale a uno molto “in your face” quando applicati bagnati, accontentando tutti i gusti! 
Di questa linea fanno parte anche tre terre abbronzanti che non ho ma che vorrei provare, visto che ho abbandonato il contouring a favore del bronzing e sono sempre alla ricerca di prodotti performanti e al giusto prezzo, soprattutto considerando che queste formule sono prive di profumi, parabeni e paraffina.

Vi terrò aggiornate nei prossimi post e come sempre vi invito a seguirmi su Facebook, Instagram e Twitter per non perdervi tutti le novità!





 Follow me! ♥




















2 commenti:

  1. Mi piace molto la finitura matte e l'idea di avere tante tonalità di rossetto in un'unica palette è comodissima, specie per il mio lavoro da Makeup Artist!

    Non ne posso più di portarmi ogni volta duemila rossetti... dovrei decidermi a deportarli, ma non ho il coraggio/voglia!

    Mesauda è un brand che non ho provato, ma di loro mi incuriosiva tantissimo il kit per fare il semipermanente! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I semipermanenti non li ho mai provati sinceramente ma ne ho sempre sentito parlare bene... per quanto riguarda la palette, sì, sicuramente è un'alternativa più pratica e veloce al depotting ^_^

      Elimina