lunedì 11 aprile 2016

DIARIO DI UNA TRANS: UN MESE DI TERAPIA ORMONALE


DIARIO DI UNA TRANS
UN MESE DI TERAPIA ORMONALE

Ci vuole una grande forza per essere donne; ce ne vuole molta di più per diventarlo.

Scegliere di diventare transessuale è forse l’avventura più difficile ed emozionante in cui mi sia mai imbarcata. È un percorso lento, difficile, doloroso, complicato e costoso sotto tutti i punti di vista: sociale, economico, fisico, psicologico, sentimentale. È una scelta a cui sono arrivata forse tardi nella mia vita, proprio perché non sapevo neanche io cosa tutto questo avrebbe comportato: ci ho voluto pensare bene ed essere sicura al 200% prima di fare questo grande passo ed ho aspettato - forse troppo - di avere la serenità giusta mia e di chi mi sta intorno per intraprendere questo viaggio.

La transizione nasce da uno squilibrio non solo ormonale, ma un vero e proprio gap tra quello che si è dentro e quello che si è fuori, il non vedere riflessa nello specchio la propria anima, un non accettare il proprio sesso - che va ben al di là del non piacersi o non accettare i difetti fisici che ciascuno di noi ha.
Mi rendo conto che sia una sensazione molto difficile da capire per chi non la prova in prima persona, ed è per questo che ho pensato di cominciare una nuova serie qui sul blog  - “Diario di una trans” - per raccontarvi i cambiamenti, le cure, i tempi, i costi del processo di transizione. 
Ho voluto distaccarmi un po’ dai soliti argomenti trattati su queste pagine virtuali per cercare di fare luce, spiegare, dare consigli e raccontarvi quel delicato processo di cambiamento che sto vivendo – e con me tantissime altre persone a questo mondo. Io stessa i primi tempi non facevo altro che andare su Google, cercare su Internet persone che potessero darmi delucidazioni ed informazioni su cosa mi aspettasse, come gli ormoni mi avrebbero cambiata, quali effetti positivi e negativi avrebbero avuto.

Mi auguro che questa rubrica possa essere utile sia a chi sta affrontando questa metamorfosi sia a chi magari ignora completamente il mondo trans e vuole saperne di più, perché è una realtà raccontata poco e male, su cui c’è ancora molta mancanza di informazione. Ci tengo a precisare che ovviamente non sono un medico né uno specialista del settore, per questo vi consiglio di prendere le mie parole con lo spirito del caso: sono gli appunti di una viaggiatrice inesperta, di un’esploratrice curiosa, di una bambina che entra nella fase dell’ adolescenza o, forse, una donna che ha il coraggio di affacciarsi per la prima volta sul suo universo femminile. 


Ho iniziato il mio percorso endocrinologico il 4 marzo 2016: il primo ciclo di ormoni prevede l’assunzione di Androcur 50mg per 3 mesi prima di implementare la cura con gli estrogeni. Ci tengo a precisare che è questa è la cura che il medico che mi segue ha prescritto a me, ma ogni caso è diverso: ad esempio, la mia amica Eva ha cominciato prima gli estrogeni e poi l'Androcur, quindi vi invito a NON iniziare una cura ormonale fai da te, ma di rivolgervi ad un endocrinologo professionista che vi indichi il percorso migliore per voi. 

L’Androcur (Ciproterone acetato) è una piccola pillola bianca da prendere ogni giorno, una sorta di rituale quotidiano, un appuntamento con se stessi. Si tratta di un antiandrogeno, atto cioè ad abbassare il livello di testosterone nell’organismo, e viene assorbito dal fegato, ed è quindi bene tenere sempre sotto controllo questo organo e ridurre l’assunzione di alcol.
Gli antiandrogeni sono indicati da prendere vita natural durante fino all’operazione di riattribuzione del sesso, in cui l’apparato maschile smetterà di produrre testosterone.

Già dai primi giorni in cui ho iniziato ad assumere l’Androcur la sensazione è quella di calma: mi sembra di essere quasi sotto tranquillanti, ho una sensazione di pace e serenità, mi sento più buona, più pulita, più equilibrata. Non so se queste pillole possano avere effetti immediati già dai primi utilizzi o è stato solo un effetto placebo, eppure la sensazione è quella che l’aggressività, la rabbia, il nervosismo si affievoliscano e lascino una sensazione di benessere interiore. Ovviamente la produzione di testosterone viene inibita, e quindi si perde quella spinta, quel vigore, quella “foia” tipicamente maschile; per lo stesso motivo, infatti, il mio primo mese sicuramente è stato contraddistinto da un forte senso di spossatezza, una stanchezza costante che sottende a tutte le giornate. Paradossalmente, però, allo stesso tempo mi sono sentita anche molto più concentrata e attiva, avevo più voglia di fare, di uscire: è come se alla fatica del fisico si fosse combinata una maggiore operosità mentale, ed ho notato anche un aumento dei livelli di creatività ed ispirazione.

Dopo le prime due settimane accuso un certo nervosismo latente ed un aumento della sensibilità: mi commuovo più facilmente, a volte di notte piango senza motivo. La mia estetista mi ha detto che sembro una donna incinta, ed ha ragione. Inizio a soffrire di insonnia, e per questo smetto di assumere l’Androcur la sera e comincio a prendere la pillola al mattino. 


Passano venti giorni e noto che sto cominciando a mettere peso, i fianchi ed il sedere mi sembrano più pieni e burrosi; la libido è calata così come le eccitazioni spontanee. 

A fine mese sento che i muscoli si stanno “sciogliendo”, le gambe si stancano più facilmente e mi sento più debole a livello fisico; il grasso sta cominciando a ridistribuirsi, mi sento più pesante e credo di aver messo su un kilo, forse due : il sedere è più pieno, tondo e morbido, i fianchi cominciano ad allargarsi e l’addome a rilassarsi; anche il viso è più pieno, mentre le unghie sono diventate più fragili e si spezzano più facilmente. 
La pelle è più morbida, ma anche più secca, e sento di avere un maggiore bisogno di idratazione.


Il mio primo mese si conclude così: per il momento i risultati positivi sul piano fisico sono decisamente scarsi, ma a livello mentale mi sento meglio. È come se mi stessi finalmente impossessando della mia vita, come se stessi diventando quello che sono: la me interiore, quella che finora se ne è rimasta nascosta a sognare una vita che aveva paura di avere, quella seduta in disparte aspettando che qualcuno la inviti a ballare. 
Sono felice, spaventata, e piena di speranze come una crisalide che diventerà farfalla. 
O almeno spera di diventarlo.

Spero che mi seguirete e supporterete come sempre in questo percorso, e se avete quesiti o dubbi potete scrivermi un messaggio sulla mia pagina ufficiale di Facebook o su Twitter. Sarò ben lieta di rispondere alle vostre domande per quanto possibile! 

Con amore,

Enrie 


 Follow me! ♥






  

Un ringraziamento particolare a Raffaele che mi ha dato il coraggio e l'ispirazione per scrivere questo post! 

38 commenti:

  1. tesoro sei dolcissima.
    ti ho incontrata una volta da MAC qua nella nostra città natale e ti avevo già visto stupenda... puoi solo migliorare.
    E spero che questa serie di post aiuti te a capire tutte le emozioni connesse al tuo percorso e che arrivi ad altre persone che magari ci pensano ma non sanno da dove partire, o hanno bisogno del coraggio per farlo perché sanno che stanno male col loro corpo, ma devono capire come gestire quel disagio.
    In bocca al lupo davvero, che vada tutto come deve... cioè bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite per le tue parole, hai centrato perfettamente lo spirito con cui ho iniziato questa rubrica! Crepi il lupo e speriamo bene! :)

      Elimina
  2. Enrie ti ammiro perché è vero che ci vuole una grande forza per diventare donna, e mi piace l'idea che hai avuto, di condividere questo percorso con noi. So che ce la farai, hai una grande bellezza esteriore ma che si riflette dall'interno. In bocca al lupo...e prima o poi un giro di shopping makeup insieme lo faremo, io lo so, e faremo danno :-) :-*

    Fashion and Cookies - fashion & beauty blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mille grazie Vale! Inizio a mettere i soldi da parte allora perché mi sa che sarà un giro mooooolto dispendioso! :P

      Elimina
  3. Ciao Enrie noi non ti conosciamo personalmente,ma da ciò che scrivi sembri molto dolce.Hai intrapreso un percorso doloroso, ma che ne vale assolutamente la pena, solo tu puoi comprendere ciò che meglio ti sta addosso. Essere donne è dura ma bellissimo.
    Bacione
    www.thesprintsisters.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del supporto! Un bacio a voi! :*

      Elimina
  4. Ciao Enrie noi non ti conosciamo personalmente,ma da ciò che scrivi sembri molto dolce.Hai intrapreso un percorso doloroso, ma che ne vale assolutamente la pena, solo tu puoi comprendere ciò che meglio ti sta addosso. Essere donne è dura ma bellissimo.
    Bacione
    www.thesprintsisters.com

    RispondiElimina
  5. è un percorso sicuramente impegnativo sotto tutti i punti di vista, non saprei cosa dire se non imbocca al lupo...
    sei coraggiosa, come tutte le donne...
    baci
    http://www.theitalianglam.com/

    RispondiElimina
  6. è un percorso sicuramente impegnativo sotto tutti i punti di vista, non saprei cosa dire se non imbocca al lupo...
    sei coraggiosa, come tutte le donne...
    baci
    http://www.theitalianglam.com/

    RispondiElimina
  7. wow è emozionante il modo in cui hai descritto questo tuo primo mese, sei davvero coraggiosa!
    Kisses darling
    Bellezza pour femme - fashion blog di Marzia Amaranto

    RispondiElimina
  8. Guarda carissima io avevo una compagna di università che ha intrapreso la tua stessa scelta, un percorso di grande coraggio che si, fa male a volte, bisogna dirlo, però il gioco ne vale la candela perchè nonostante ci siamo perse di vista per la lontananza so che adesso è una bellissima donna realizzata, sposata ma soprattutto felice. Io se mi vorrai al tuo fianco sappi che ti supporterò assolutamente sempre e ti spronerò a non mollare mai e sono certa ce la farai alla grande. :)
    Detto questo non ho assolutamente una bella pelle anzi! Ho solo la fortuna di sapere che luci usare e levarmi i brufoli con un app. Nessun segreto, sono proprio un cesso! :P
    Mhuà! :*
    Luna
    http://www.fashionsnobber.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luna, grazie mille per le tue parole ed per aver raccontato il tuo aneddoto che è di sicuro molto rincuorante! Sono felice che ci siano persone qui sul web pronte a sostenermi ed incoraggiarmi nonostante non ci conosciamo, credo che il bello del blogging sia proprio questo, e la mia scelta di raccontarmi sotto forma di diario è proprio per ridare quella trasparenza e genuinità ai blog (che nascono appunto come diari personali). Ti auguro una buonanotte e che dire, evviva le app che cancellano i brufoli! :P

      Elimina
  9. Il mio punto di vista gioverà della lettura del tuo blog. Mi ricordi il motivo per il quale scrivo il quaderno di Lalu, il confronto.
    In bocca al lupo per questo percorso lungo, doloroso, non comprensibile ai più, alla conquista della tua identità, vera!
    Bacio
    Lalu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lalu, il confronto è fondamentale nella vita, e se con queste nostre pagine virtuali riusciamo a riflettere anche solo per un secondo le persone credo sia una grande conquista per noi! Crepi il lupo e buonanotte!

      Elimina
  10. great post...


    http://www.crazyaboutcolors.com

    RispondiElimina
  11. Stima, stima, stima infinita Enrie.
    Fin da quando hai aperto questo blog io ti ho sempre seguita con ammirazione ed interesse perche al di la della comune passione per la moda che lascia il tempo che trova ci vogliono due palle cosi per esporsi con la serenitá la maturita e la consapevolezza che hai avuto ed hai tu che hai sempre dichiarato cio che sei senza nasconderti. E ci mancherebbe altro, perche non c e nulla di cui vergognarsi, ANZI, ma io conosco ragazze come te che hanno avuto ed hanno tantissime difficolta nel vivere il loro quotidiano e nel rapportarsi agli altri oer cio che sentono di essere.
    Non li conosco, ma se mi permetti vorrei fare i complimenti anche ai tuoi genitori perche credo che se tu sei cosi serena e sei la ragazza stupenda che stiamo conoscendo attraverso questo blog il merito è un po anche loro.
    Sei u a grande a descrivere passo dopo passo la cura che stai facendo per far si che anche noi possiamo capire un po di piu di questo mondo spesso purtroppo poco compreso.
    Hai un coraggioe due palle pazzesche che se le avessi io forse riuscirei a reagire meglio a tante cose.
    Stima infinita a te.
    Buona notte

    www.angelswearheels.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che ti volevo dire te l'ho già scritto in privato, le tue parole mi hanno commossa e sono troppo felice del tuo commento; l'ho letto anche ai miei genitori per i quali, credimi, questo percorso è forse più difficile e doloroso che per me. Ma quando c'è l'amore si fa tutto! Grazie grazie grazie!

      Elimina
  12. Ammiro molto il tuo coraggio, non è sicuramente una scelta facile ma che se ha scelto di intraprenderla avrai sicuramente tutte noi al suo fianco a sostenerla. Kiss
    Alessia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale, è bello sapere che in voi ho trovato non solo delle colleghe, ma anche delle amiche, e mi accompagnerete "virtualmente" in questo percorso!

      Elimina
  13. Brava!! Che dire sei veramente una grande!! In bocca al lupo con tutto il cuore!
    Ti seguirò!!
    Bacio
    Marina
    HTTP://www.sweetlavanda.it

    RispondiElimina
  14. Cara Ernie, la scelta di tenere qui il tuo diario di bordo è ammirevole. Ci vuole coraggio a essere donne, certo, e tu ce lo stai dimostrando perché hai addirittura il compito di lottare un pochino in più per arrivare. Però anche se il percorso può essere difficile, a volte, tu non scoraggiarti perché alla fine stai solo cercando di completare quello che la natura a lasciato a 3/4. Forza che sei pazzesca. a presto
    xxx
    mari
    www.ilovegreeninspiration.com

    RispondiElimina
  15. Approvo la scelta di questo diario. Sarai un esempio di coraggio e forza per realizzare se stessi! vai avanti così!
    Nameless Fashion Blog

    RispondiElimina
  16. Sei una grande a parlarne in modo così diretto e spontaneo Enrie!
    Dimostri coraggio e altruismo, cercando di aiutare chi magari sta nella tua stessa situazione o intende percorrere questa strada, sei davvero ammirevole!
    Una mia amica ha fatto la stessa cosa a 20 anni, ed a distanza di tempo (ormai sono passati 5-6 anni dalla fine di tutta la procedura) ora è una splendida ragazza felice e soddisfatta!
    Credo che tutto quello che passiate vi dia una marcia in più e molta più sensibilità rispetto alle altre persone, il che è una dote rara e preziosa!
    Ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per tutto! :D
    Baci!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it

    RispondiElimina
  17. In bocca al lupo per la tua rinascita. E grazie perché ne parli. Perché si sente spesso parlare dei trans con ironia o disprezzo, come se il percorso per il cambio di sesso fosse un capriccio, mentre ci vuole coraggio e determinazione. Un abbraccio
    Sonia 😘

    RispondiElimina
  18. La mia stima per te è ancora più grande. Per il percorso che hai intrapreso, per quanto stai condividendo a favore di chi sta cercando delle risposte. Mi sono affezionata alla grande persona che sei, e faccio il tifo per te, bocciolo di rosa <3

    RispondiElimina
  19. Tesoro sei coraggiosa, io ammetto di essere molto curiosa riguardo questo argomento così delicato ma così comune, farai del bene a molte persone che stanno attraversando un momento di disagio con loro stessi, che sono indecisi o che non sanno come vivere la loro diversità in modo energico e determinato come te. Ti abbraccio.

    bacioni <3
    www.theladycracy.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elisa, spero proprio di riuscire ad aiutare quelle persone che magari non hanno la forza di aiutarsi da sole, e far capire che essere trans è molto difficile, ma anche meraviglioso! Un abbraccio a te!

      Elimina
  20. Mia dolcissima musa (perché tu sei una delle mie muse), posso dirti che adesso ti adoro ancora di più. Mi hai chiarito tanti dubbi e adesso ti voglio ancora più bene. Per quanto possa valere, hai tutto il mio sostegno e la mia ammirazione.
    Tu sei già donna e sono felice di essere testimone di questa bellissima trasformazione.
    Un mega abbraccio.
    Maggie Dallospedale Fashion diary - Fashion blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Margaret, le tue parole mi fanno sempre tanto bene all'anima. Grazie per la stima e la fiducia che mi hai concesso, e grazie per il tuo sostegno!

      Elimina
  21. Ho scoperto il tuo blog grazie a Misato e non nego che ho letto queste parole con un po' di vergogna, come se stessi sbirciando nell'intimo di una persona. Ma sei stata tu ad "invitarmi" e non posso che ringraziarti per questo. per aver aperto una finestra su un mondo ancora troppo avvolto da false convinzioni e pregiudizi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Miki, quale vergogna! Questo è un blog pubblico, e chiunque è il benvenuto! Grazie a te per aver dedicato qualche minuto del tuo tempo a questa lettura, spero che le mie parole arrivino a quante più persone possibili così forti e chiare come sono arrivate a te! Ti mando un bacio!

      Elimina
  22. In bocca al lupo per questo tuo percorso e ti ringrazio perché stai facendo conoscere questa esperienza anche a noi e credo sia un grande dono che ci fai!
    Baci,
    Marina
    http://www.maridress.it

    RispondiElimina
  23. Ti scopro grazie a Misato e ti ammiro per la scelta che stai compiendo. Ti faccio un grande in bocca al lupo per questo percorso, certa che andrà tutto bene.
    Ti mando un forte abbraccio <3

    RispondiElimina
  24. Grande Enrie, coraggio,forza e immenso amore per la vita è ciò che traspare dalle tue parole. Non sono molto brava con le parole ma ci tengo a dirti che hai tutto il mio supporto. Non mollare!!!!
    Un abbraccio
    Chiara
    www.chiaraangiolino.it

    RispondiElimina