martedì 29 settembre 2015

NYFW SS16: STELLA NOLASCO


STELLA NOLASCO
SS16 FASHION SHOW

Hello dolls!

After showing you some of my looks for NYFW and carrying you around Manhattan (here) and Chelsea (here), I want to share with you some of my favorite collections from this New York Fashion Week.

The first designer I want to present you is a young Puerto Rican woman called Stella Nolasco
Stella fits among the names of the many Latin American designers who have long tread the catwalks of international fashion: think of Proenza Schouler, Narciso Rodriguez, Carolina Herrera, Angel Sanchez and Francisco Costa for Calvin Klein. Her designs have a strong connection with her roots and her land: indeed, after the SS15 line - that took inspiration by the cult of the santos de palo in Puerto Rico - here comes "Pomarosa", her new Spring collection which is inspired by the verses of the puertorriqueño poet José de Diego.

The idea is accurate: there is something poetic in these clothes, something dreamy and whimsical that is mature and thoughtful at the same time - suitable for a woman of our days who knows how to be sophisticated without being cloying. Stella Nolasco’s dresses are filled with traditions , because they recall the nostalgia of another era; they bring to your mind visions of a delicate, aristocratic and ethereal femininity. When they walk down the runway, you can almost smell the talcum, the rouge, the face powder and the hairspray when - those refined and polished gestures of our grandmothers and our mothers who would get ready in their rooms before a night out, taking care of every single detail.
The palette for the daytime consists of sorbet shades like lemon yellow and peachy pinks - juicy and fruity colors that precisely recall the pomarose, the pink Malay apple that gives its name to the collection – while for the evening a seductive black alternates to dazzling nudes, with flashes of silver for the daring cut-out jumpsuits and the see-through dresses that shine like the river celebrated by De Diego in his poem, the "moving crystal of the restless wave."

The silhouettes seem to support the woman's body and their personality, and the importance of the clothes is enhanced by a minimal styling - with the hair gathered in elaborate updos and no-makeup makeup: everything is geared to enhance the woman and to celebrate her for what she is, rather than hide her or disguise her under heavy layers of makeup and theatrical costumes. Also the softness of the lines is diluted with the verve of flirty laces and mysterious tulles - the result of an ancient Spanish tradition mixed with the charm and attractiveness typical of the South American women.

The thing that impressed me the most was the movement of these clothes: fluid, slippery, seductive in the most refined sense of the term; the clothes would caress the bodies of the models as pure silk petticoats, so languid that make you want to touch them. The Stella Nolasco woman exudes charm and luxury at every step, in a tender beauty that - in the words of De Diego - “es perfume y dulzura y símbolo”.

I had the luck and the honor of meeting and talking with Stella at the end of the show, and what wonderstruck me the most about her were her humility and her spontaneity, her practical sense that I find to be reflected much in her collection, contemporary and timeless at the same time.

I leave you with wonderful pictures taken during the show by Barbara Di Maio and I hope to see you soon for a new look from NYFW! 

¡Hasta pronto!

Hello dolls!

Dopo avervi mostrato alcuni dei miei look per la NYFW e avervi portato in giro per Manhattan (qui) e Chelsea (qui), in questi giorni ho deciso di mostrarvi anche alcune tra le mie sfilate preferite di questa settimana della moda newyorchese.

La prima stilista di cui voglio parlarvi è una giovane portoricana che corrisponde al nome di Stella Nolasco.
Stella si inserisce tra i già tanti nomi degli stilisti latino-americani che da tempo calcano le passerelle della moda internazionale: basti pensare Proenza Schouler, Narciso Rodriguez, Carolina Herrera, Angel Sanchez o Francisco Costa per Calvin Klein. I suoi disegni mantengono un forte legame con le sue radici e la sua terra: dopo la linea SS15 – ispirata al culto dei santos de palo di Puerto Rico – ecco infatti che arriva “Pomarosa”, l’ultima collezione pensata per la primavera ventura e che si ispira ai versi del poeta puertorriqueño José de Diego.

L’ispirazione è calzante: c’è qualcosa di poetico in questi abiti, qualcosa di lezioso e delizioso, un romanticismo onirico ma al tempo stesso maturo e ponderato, adatto a una donna dei nostri giorni che sa essere sofisticata senza cadere nello stucchevole. I design di Stella Nolasco hanno una forte matrice impregnata di tradizioni, a tratti vintage, perché richiamano la nostalgia di un’epoca passata. Si respira una femminilità discreta, aristocratica, eterea: sembra quasi di sentire l’odore del talco, del belletto, della cipria e della lacca, quei gesti ricercati delle nostre nonne e delle nostre mamme che si preparavano per uscire prima di una serata fuori, curando tutto nel minimo dettaglio.

La palette per il giorno si compone di toni sorbetto come il giallo limone ed il rosa pesca, tutte sfumature succose e fruttate, che richiamano appunto la pomarosa, la mela rosa malaysiana che dà il nome alla collezione; per la sera, accanto a un nero seducente fatto di pizzi, tulle ed intricati ricami, si accompagnano nudi luminosi ed abbaglianti, con sprazzi d’argento per le tutine dagli audaci cut-out e gli abiti semitrasparenti che rilucono come i fiumi e le acque celebrate da De Diego nel suo poema, quel “cristallo mobile dell’onda inquieta”.

Le silhouette sembrano voler assecondare il corpo della donna e la sua personalità, e l’importanza dei suoi capi è valorizzata da uno styling minimalista, con capelli raccolti in elaborati updo e trucco acqua e sapone: tutto è volto a valorizzare la donna e celebrarla per quello che è, piuttosto che nasconderla o camuffarla sotto strati pesanti di trucco e abiti teatrali. Per questo, alla morbidezza delle linee si accompagna il vezzo e la verve di seducenti pizzi e misteriosi tulle, frutto di un’antichissima tradizione Spagnola cui si aggiunge tutto lo charme e l’avvenenza tipicamente sudamericana.

La cosa che mi ha colpito di più di questi abiti era il movimento: fluido, scivolato, seducente nella maniera più raffinata del termine; gli abiti accarezzano i corpi delle modelle come sottovesti di seta pura, così languide che ti fanno venire voglia di accarezzarle. La donna Stella Nolasco trasuda charme e lusso ad ogni passo, in una tenera bellezza che, per usare le parole di De Diego, “es perfume y dulzura y símbolo”.

Ho avuto la fortuna e l’onore di conoscere e parlare con Stella alla fine della sfilata, e quello che più mi ha colpito di lei sono state la sua umiltà e la sua spontaneità, il suo senso pratico che trovo si rifletta molto nella sua collezione, contemporanea ed atemporale allo stesso tempo. 

Vi lascio alle meravigliose foto scattate durante lo show da Barbara Di Maio e vi do appuntamento al prossimo post con un nuovo look dalla NYFW! 

¡Hasta pronto!





Follow










































 Follow me! ♥








Photos by Barbara Di Maio.

5 commenti:

  1. Una designer di cui ho sentito mo,to parlare ma, sono sincera le cuicreazioni io a livello personale non conosco benissimo.
    Devo dire trovo questi abiti di un' eleganza e di una femminilitá assoluta e apprezzo sopratuttoquelli dalla silhouette a sirene.
    Un bacio sei grande tesoro!!!

    www.angelswearheels.com

    RispondiElimina
  2. Ma allora non sei stata solo a NY, ma pure a Londra.....ahahaha ahahaha ahahaha. Dopo aver letto il tuo status su FB ci stava, no?
    Enrie ho visto il post ancora dal cellulare però mi era impossibile commentare. Sono rimasta subito affascinata già dalla prima foto e devo dire che guardarli tutti sono rimasta a bocca aperta. Questa collezione è una meraviglia. Sono d'accordo con te per quanto rispecchi una donna aristocratica e eterea e per i movimenti sontuosi. Gli abiti con inserti in pizzo sono una favola ma ogni pezzo è di una bellezza straordinaria.
    Grazie per avermi fatto conoscere questo brand, non lo conoscevo, purtroppo.
    Un bacio grande e grazie davvero di cuore per le tue splendide parole.
    Eni

    Eniwhere Fashion
    Eniwhere Fashion Facebook

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah Eni,m hai visto? Il dono dell'ubiquità mi ha permesso di visitare Hyde Park e Central Park contemporaneamente :P Scherzi a parte, ti ringrazio infinitamente per le tue parole che mi riempiono di gioia, è bellissimo sapere che i miei articoli ed il mio modo di scrivere arrivino in maniera così diretta e prepotente al cuore delle persone, ed è una grande gratifica personale sapere che una collega che stimo e seguo con immenso piacere da quando ho aperto questo blog abbia così tanta buona considerazione di me! Grazie, grazie, grazie!

      Elimina
  3. Questa collezione è veramente meravigliosa! Ho amato ogni uscita! <3

    XOXO,
    Eleonora
    It-Girl

    RispondiElimina