mercoledì 17 settembre 2014

UN WEEKEND A FIRENZE PER IL "PITTI FRAGRANZE" CON COQUILLETE PARIS


UN WEEKEND A FIRENZE PER IL "PITTI FRAGRANZE"

Ciao bellezze!

Se mi avete seguito sui miei social Facebook, Instragram e Twitter avrete notato che questo weekend sono stato nella splendida Firenze in occasione della dodicesima edizione di Pitti Fragranze - il più grande evento italiano dedicato alla profumeria artistica internazionale - per il lancio di Tudor, la nuova fragranza firmata Coquillete Paris di cui sono testimonial (ve ne parlerò presto sul blog!).

Come potete immaginare, è stata un’esperienza bellissima ed esaltante, che mi ha permesso di conoscere meglio il mondo dei profumi e scoprire nuovi brand con un sacco di idee e proposte interessanti!

Il salone ospitava ben 243 marchi tra i più qualificati al mondo, ed il tema scelto quest’anno per il layout (a cura di Alessandro Moradei) era “Profumi & Parole” – tema che ho semplicemente adorato essendo linguista, avido lettore e – ovviamente – blogger! :) Lo scopo era quello di creare un inedito percorso dedicato al dialogo tra le fragranze e la parole che poeti e scrittori hanno scelto per raccontarle, collegandosi idealmente al progetto-installazione “Verba Olent – Viaggio nella letteratura del profumo” nato da un’idea di Silvia Bruno Ventre e curato da Giovanna Zucconi, giornalista e anima del brand Serra & Fonseca. Questo angolo di Fragranze è stato sicuramente uno di quelli che mi ha emozionato di più in assoluto: dalla Bibbia alla Divina Commedia, da Omero a Pascoli passando per Shakespeare, Goethe, Baudelaire, ha preso vita una scia di profumo che legava personaggi, storie, emozioni, memorie, una traccia invisibile che trasforma il profumo in parola, come hanno fatto i più grandi scrittori della storia in passato. Gli 80 testi scelti e gentilmente offerti da Mondadori erano divisi in tre categorie ben note agli appassionati di profumi: testa, cuore e fondo – una piramide olfattiva utilizzata come metafora per ordinare poesie, racconti, romanzi.

SPRING era lo spazio dedicato ai nuovi nomi della profumeria, per il loro primo, grande appuntamento con il mercato internazionale. Ho trovato brand davvero innovativi, curati, ben studiati ed assolutamente fantastici, giovani con tanta voglia di fare e di mettersi in gioco, che credono in quello che fanno e non hanno paura di rischiare. C’è tanto da prendere esempio, e sono contento di aver potuto scambiare due chiacchiere con tante personalità così creative e brillanti. Tra questi, non posso non citare Claude V, creato da una giovanissima (e bellissima) ragazza Toscana che si è ispirata alla sua terra – il Casentino - per creare 7 fragranze molto oniriche ed evocative, che sfociano in una linea di profumazioni per ambienti, creme corpo, scrub e candele create con materiali di qualità nel pieno rispetto della natura. I profumi spray sono per tessuti, possono essere utilizzati sui vestiti – anche delicatissimi, come la seta – senza aver timore di poterli macchiare, concetto che ho apprezzato molto visto che mia madre è una vita che mi rimprovera di non spruzzare i profumi sui vestiti altrimenti si macchiano :) Il mio preferito è sicuramente “Lago incantato” - molto fresco, acquatico, mi fa pensare a un giorno d’estate su un lago, con salici piangenti e pini marittimi. Ogni profumazione è legata ad un luogo Parco Nazionale delle foreste Casentinesi, dove Claudia è nata e cresciuta;ho trovato molto bello che una ragazza così giovane sia così attaccata alle sue origini da metterle al centro del suo brand per portare alto il nome del Made In Italy. 
Stesso discorso vale per Gabriella Chieffo, napoletana, che similarmente ha voluto raccontare i suoi ricordi d’infanzia attraverso i suoi profumi, ognuno legato ad un momento della vita, come “Ragù” (tranquilli, non sa di sugo, ma di arancio, bergamotto, rosa e pepe) che parla delle domenica passate a casa della nonna, del senso di accoglienza, di calore familiare. E’ ammirabile che questi ragazzi portino avanti i valori che da sempre ci contraddistinguono e che, purtroppo, stiamo un po’ perdendo per questa smania di voler imitare gli altri paesi invece di concentrarci sulla nostra identità nazionale; il profumo, in questo senso, può essere il pretesto proustiano che ci riporti alla memoria ciò che siamo e ciò che sappiamo fare meglio :)

Claude V
Gabriella Chieffo
Gabriella Chieffo
Tra le nuove proposte, uno dei concetti che mi è piaciuto di più è quello alla base di nu_be, una linea di profumi incentrata sulla tavola periodica e sugli elementi che hanno dato vita al cosmo: i loro profumi infatti portano i nomi di elementi come Idrogeno, Ossigeno, Elio, Zolfo, Carbonio, creati da maestri profumieri internazionali. La cosa che mi è piaciuta di questi profumi è che, nonostante siano molto intensi, hanno sempre una nota fresca come il cedro o il limone che li stempera completamente, e per questo li ho trovati in un certo senso “androgini”, poiché uniscono armonicamente due mondi abbastanza diversi. Sullo scambio degli elementi si basava invece la loro iniziativa “Materiali di scambio”, in cui gli ospiti erano invitati a lasciare dei loro oggetti personali in cambio di una scatola misteriosa, dentro la quale si potevano trovare campioncini di profumi, prototipi di loghi e packaging, stampe ed altri materiali utilizzati per creare quello che poi è diventato nu_be. L’ho trovata un’idea davvero carina, e non ho potuto esimermi dal partecipare! La mia scatola era il numero 61, e dentro ho trovato un campioncino di “Zolfo”, un sacchetto personalizzato, il primo logo e una stampa di nu_be – tutto nei miei colori preferiti: nero e oro, neanche a farlo apposta! Non voglio dilungarmi troppo, ma ci tenevo a parlare del packaging dei profumi, un blocco di polistirolo da dover distruggere per arrivare al profumo: l’ennesima trovata geniale di un brand che ho trovato estremamente originale, coerente e coeso, che riporta sempre al concetto di primordialità e caos da cui poi si generano l’ordine e la bellezza.
nu_be

I miei "elementi di scambio" :)
Non solo profumi, ma anche makeup e prodotti di bellezza (Laura Mercier, By Terry, Phillip B., T. Le Clerc) e un l'angolo CHARMS dedicato agli accessori moda. La fiera, nel suo complesso, è stata organizzata davvero in maniera sublime, in un ambiente estremamente elegante e di lusso, ma al tempo stesso rilassato, amichevole. È stato bello anche vedere come i diversi brand allestivano i loro stand, l’impressione generale, la cura dei dettagli e i temi e le storie che c’erano dietro ogni marchio ed ogni fragranza. 
Io che amo i colori candy e i packaging vezzosi ho adorato gli stand di Eau d’Italie e Profumi Puri, golosi alla vista così come all’olfatto, un trionfo di verdi brillanti, rosa caramella e arancioni vitaminici: Eau d’Italie nasce come linea di cortesia per l’hotel Le Sirenuse di Positano dai fondatori Marina Sersale e suo marito Sebastián Alvarez Murena, e la fragranza ha riscosso un successo così inaspettato che ha portato alla creazione di un vero e proprio brand che, ad oggi, comprende anche una linea Home and Bath. Mi è piaciuto tantissimo ascoltare la storia dietro la mia fragranza preferita - “Un beateau pour Capri” - che si ispira alle donne degli anni ‘50 che soggiornavano a Positano e la sera prendevano il battello per andare a cenare a Capri, con i loro guanti lunghi e gli abiti haute couture. Il profumo in sé è secondo me un grande classico, che mi richiama subito alla mente la Costiera con il suo aroma fresco ed estivo, in un packaging delizioso che riprende l’iconografia retrò ma in maniera moderna e per niente banale. Di Profumi Puri e Fragranze Pure ho invece apprezzato l’amore per i profumi puri e semplici, come l’erba appena tagliato, la biancheria fresca di bucato, dei mandarini da sbucciare davanti il caminetto… una linea di olii essenziali naturali e rigorosamente Made In Italy che – e qui sta il bello – possono essere utilizzanti anche sugli alimenti! Quando me l’hanno detto non ci credevo, ma effettivamente le loro fragranze sono totalmente organiche, e possono essere spruzzate su insalate, dolci, biscotti ed altre pietanze per renderle ancor più appetitose! Un’idea secondo me davvero geniale e divertente! :)

The Laundress, invece, è uno dei marchi che mi ha colpito di più perché si tratta di "lavanderia di lusso", concetto che non conoscevo ma di cui mi sono innamorato follemente. Cominciamo dallo stand e dal packaging, tutto righe e bianche e nere tremendamente chic, che mi ha fatto pensare immediatamente a un negozio sulla Fifth Avenue di New York. Il brand fondato da Gwen Whiting e Lindsey Boyd ha un range vastissimo, che va dalle classiche saponette e candele profumate a detergenti specifici dedicati alla lana, al cashmere, al denim e così via! C'è anche una linea per i nenonati e adorabili set da viaggio! La cosa che mi è piaciuta di più, soprattutto, è che nonostante sia un brand di lusso i prezzi sonoi molto accessibili, e quindi mi è sembrata un'ottima idea anche per fare un regalo di Natale elegante ed insolito (e la nuova confezione limited edition con gli abeti e l'esclusiva fragranza Holiday Scent è un amore!)

Eau d'Italie
Eau d'Italie
Profumi Puri e Fragranze Pure
The Laundress

The Laundress

Tra le maison di lusso, il corner che sicuramente ha attirato maggiormente la mia attenzione è stato quello di House of Sillage, un’azienda californiana molto elegante e glamour, i cui profumi sono veri e propri gioielli da collezione, piccoli scrigni tempestati di cristalli Swarovski, diamanti, oro bianco e pietre preziose. Ogni articolo ha un suo codice inciso all’interno, che li rende pezzi unici ed esclusivi; il mio preferito è sicuramente "Tiara", un bouquet di muschio, vaniglia, rosa bulgara e mandarini di Calabria, molto dolce e fresco ma al tempo stesso avvolgente, sensuale, regale. E’ il profumo adatto a una principessa, e mai nome fu più azzeccato! Divino! 
Di House of Sillage mi è piaciuta molto anche la linea da viaggio con una serie di profumini interscambiabili tra di loro, per avere sempre a portata di mano le proprie fragranze preferite e cambiarle ogni giorno in base al proprio umore.

Il profumo "Tiara" di House of Sillage. Non è stupendo?
House of Sillage travel kit


Tra gli altri brand, ci tenevo a menzionare Xerjoff, Le Sultan de Saba, Masque Fragranze, Carthusia, Carrière Frères, Serra & Fonseca, Aquiste, Pure Distance, Coquillete Paris, Eau de Moi, Parfums de Marly, Profumi del Forte, Zeitgeist e Amouage, e invitarvi ad andare ad “annusarli” se ne avete l’occasione perché davvero meritano! Purtroppo non posso parlarvi di tutti i marchi che mi sono piaciuti, altrimenti questo post diventa più lungo della Divina Commedia e finisce nella prossima edizione di “Verba Olent”, ma spero di avervi fatto un resoconto abbastanza completo dell’evento, perché per me che ho sempre adorato i profumi e non esco mai di casa senza è stato bellissimo poter fare una full immersion in questo mondo, imparare dagli esperti del settore e farmi un’idea più chiara di questo profumatissimo mondo.  

Ringrazio Coquillete Paris nelle persone di Rosa ed Elise per avermi fatto vivere questa fantastica esperienza, e tutti voi che avete presenziato al lancio d Tudor e per tutti i complimenti! Siete stati tutti carinissimi e mi ha fatto davvero piacere conoscervi! 
E un ringraziamento speciale va a Massimiliano Dimaiuta per la messa in piega last-minute dopo 4 ore di treno e la pioggia! Grazie grazie grazie!


Per chi non ha potuto esserci, ecco una VALANGA di foto che spero vi faccia rivivere con me l’emozione di qui giorni, e vi aspetto il 3 Ottobre a Caserta per festeggiare il compleanno della profumeria artistica Neos 1911 e il lancio di Tudor!

Stay beautiful!

Enrie Scielzo, 
The Ladyboy 




La bellissima torta "Tudor" creata da Sonia Galli
Il cast di "Tudor": Laura Portomeo, Enrie Scielzo, Rosa Vaia, Thom Rever, Elise Juarros






























































































Follow me! ♥







29 commenti:

  1. Non ci sono mai stata ma amando tantissimo le fragranze sopratutto se particolari mi piacerebbe molto.
    Un bacio

    www.angelswearheels.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'anno prossimo ci organizziamo insieme, ti piacerà da morire! :D

      Elimina
  2. Wow.... deve esser stata un'esperienza indimenticabile!!!!!
    Kisses super fashion friend!!!
    Expressyourself

    My Facebook

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente sì! Grazie per essere passata! :)

      Elimina
  3. Queste immagini descrivono un mondo che ogni donna adorerebbe vedere, immagino che sia stata una esperienza unica! Baci Elisabetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso che essere daccordo, è stato davvero un evento bellissimo e molto ben organizzato!
      Un bacio e buona serata!

      Elimina
  4. deve essere stato magnifico!!!
    buon giovedì tesoro
    http://tr3ndygirl.com
    un bacione

    RispondiElimina
  5. amo molto le fragranze, soprattutto se inusuali quindi immagino che sia stata una meravigliosa esperienza!




    Alessia

    THECHILICOOL

    FACEBOOK

    Kiss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo è stata! tra l'altro se ti piacciono i profumi insolita lì saresti impazziita, ce n'erano alcune molto particolari! E, ovviamente, devi annusare Tudor di Coquillete Paris: alla sua base c'è legno di rosa mischiato al benzoino, vaniglia del madagascar, mughetto e geranio :)

      Elimina
  6. Che meraviglia, bello il post.
    Sarei voluta andare anch'io...
    Ti seguo
    Chocolate Rose Style

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rose! Spero di averti fatto rivivere almeno in parte quello che ho vissuto io :)
      Buon weekend e grazie il following :)

      Elimina
  7. Risposte
    1. Grazie mille Daniele! Le foto sono state scattate con l'iPhone per un problema con la macchina fotografica, ma spero rendano comunque bene l'idea!

      Elimina
  8. Foto carinissime e la prossima volta che vieni a Firenze chiamami... ;-) un bacione.

    http://www.fiammisday.com/

    RispondiElimina
  9. Risposte
    1. Davvero splendida, mi sono divertito tantissimo :)

      Elimina
  10. Un evento decisamente "profumato"!

    Marina
    http://www.maridress.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh anche troppo, infatti a fine giornata mi girava la testa...per fortuna ogni stand era dotato di chicchi di caffè da annusare per liberarsi un po' il naso!

      Elimina
  11. Risposte
    1. Magari l'anno prossimo ci incontriamo lì :)

      Elimina
  12. che meraviglia quetse foto mi piacerebbe tanto andare l'anno prossimo mi hai incuriosita!
    www.mrsnoone.it
    kiss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carmen ci organizziamo e partiamo insieme! :)

      Elimina
  13. Resto affascinata dai progetti che esulano dalla mera esposizione e hanno un concept ben più complesso. Dev'essere stata un'esperienza davvero unica!!
    A presto <3
    Baci,
    Coco
    Coco et La vie en rose / Bloglovin / Facebook

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai centrato in pieno il punto Coco: la cosa che mi è piaciuta di più è stato proprio vedere la storia, il concept, le idee, l'organizzazione dietro ogni prodotto e brand. Era tutto molto coerente e coeso, niente era lasciato al caso, c'erano delle idee ed erano anche valide! Ci vorrebbero più eventi come questi per apprezzare davvero i prodotti che poi compriamo :)

      Elimina
  14. Quante cose!!
    Deve essere stata una bellissima esperienza
    www.agoprime.it

    RispondiElimina
  15. Intanto super complimenti per la campagna, che bella esperienza che dev'essere stata quella di partecipare ad una fiera così ricca!
    Kiss

    Tati loves pearls

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tati! In questi giorni pubblicherò anche le foto e i video della campagna, spero continuerai a seguirmi :)

      Elimina