lunedì 18 giugno 2018

PREFERITI DEL MOMENTO - BLITHE, LA MER, OFFICINA ITALICA, SETARE ECC.



PREFERITI DEL MOMENTO
BLITHE, LA MER, OFFICINA ITALICA ECC.

Hello dolls! ❤ 

Eccoci nuovamente con l’appuntamento con i miei preferiti del momento, ovvero i prodotti top che ho amato di più nell’ultimo periodo! Poiché Giugno è il mese del PRIDE, mi sono divertita a realizzare un set stile Studio 54 con lustrini, paillettes, boa di struzzo e stelline argentate. E ovviamente Bianca Jagger, la regina dei party (ricordate quando è arrivata ad una festa in sella ad un cavallo bianco?). È un po’ il riassunto di ciò che faccio con questo blog, celebrare la gioia dell’essere se stessi, dell’amarsi, coccolarsi, truccarsi, divertirsi: mi sono divertita a fare queste foto e spero mettano un po’ di buonumore anche a voi 😊
Blogger Tricks

giovedì 31 maggio 2018

ERBARIO TOSCANO - CUORE DI PEPE NERO REVIEW


ERBARIO TOSCANO
CUORE DI PEPE NERO

Ci sono dei profumi che, quando li sento, penso: “Vorrei che il mio uomo odorasse così.” Ecco, Cuore di Pepe Nero è uno di questi. 
È un profumo che sa di uomo. Punto. Non saprei come altro descriverlo. 
E non un uomo qualunque: uno di quegli uomini un po’ rudi, con la faccia da schiaffi, ma così belli che non puoi non amarli.

Un’ouverture di arancia, limone, pompelmo e bacche di rosa: tonificante, rinvigorente, pungente. Appena lo indossi è forte e impetuoso, ma dopo pochi minuti dischiude il suo lato più dolce, quel “cuore” caldo e inebriante che unisce la maestosità del gelsomino e della magnolia alla franchezza del legno di cedro e del pepe. Chiude il tutto un fondo legnoso, ambrato, che lascia una scia di mistero (patchouli, vetyver, borraccina di albero, ambra.).

Mentre studiavo questo profumo per scrivere la mia recensione, mi è venuto in mente il gioco del “Se fosse…” che facevo sempre da piccola. Ve lo ricordate? Ecco, Cuore di Pepe Nero se fosse un cibo sarebbe cioccolato al peperoncino, languido e dolcemente piccante. Se fosse un capo d’abbigliamento sarebbe un paio di jeans attillati, con quella tela ruvida e sexy che mette in risalto le forme sinuose del corpo. Se fosse la scena di un film, sarebbe Rhett Butler in “Via col vento”, quando dice “Francamente me ne infischio” a Rossella O’Hara. Se fosse una bevanda sarebbe un liquore, amaro in bocca appena lo bevi, ma che poi diffonde un piacevole tepore in tutto il corpo. Se fosse un tessuto, sarebbe pizzo nero. O velluto rosa: morbido, caldo e voluttuoso.

È un profumo spinto, è audace, è penetrante, ma al tempo stesso è fresco, con una nota agrumata che ricorda una passeggiata negli aranceti di Siviglia. E, per questo, secondo me lo possono indossare tranquillamente anche le donne.

giovedì 24 maggio 2018

CAVIALE E POLVERE DI DIAMANTI: LA SKINCARE DI LUSSO DI CHRISTIAN BRETON!


CHRISTIAN BRETON
LA SKINCARE DI LUSSO A BASE DI CAVIALE E POLVERE DI DIAMANTI

Continuiamo il nostro giro intorno al mondo per la mia rubrica “Beauty around the world”, dove vi mostro i marchi più cool del pianeta!

Dopo Germania e Spagna, rimaniamo in zona per parlarvi di un marchio di lusso francese che ha oltre 25 anni di esperienza alle spalle in campo scientifico: Christian Breton.

Quest’azienda ha in catalogo numerosi prodotti targetizzati per aree specifiche del viso (dal siero collo a quello per le ciglia), ed è famosa soprattutto per i loro trattamenti per la zona del contorno occhi. Io ho potuto provare la loro linea di lusso Age Priority a base di caviale e polvere di diamanti, e oggi sono qui per dirvi la mia opinione in merito e parlarvi un po’ dell’utilizzo dei minerali nei cosmetici.

venerdì 18 maggio 2018

PRIMER LOW COST: QUAL È IL MIGLIORE? ECCONE 10 A CONFRONTO!


PRIMER LOW COST: 
QUAL È IL MIGLIORE?

Primer, croce e delizia. Quello che è il primo step di un makeup ben costruito – il primer, appunto - va scelto con criterio: il rischio, infatti, è quello di ottenere l’effetto contrario da quello voluto, e cioè che il trucco “scivoli” dal viso se la base è troppo viscosa, invece di aggrapparcisi!

Oggi perciò vi scrivo di nuovo in collaborazione con Notino.it per mettere a confronto 10 dei primer low-cost più famosi in commercio per analizzarli uno ad uno e dirvi quali sono, a mio parere, i migliori. In questi anni sono usciti decine di tipi diversi di primer – illuminante, idratante, blemish control e via dicendo – ma in questo post mi limiterò ai primer classici, che hanno lo scopo di levigare il viso, esercitando un effetto pore filling.

Per prima cosa, chiariamo cosa voglio io da un primer: voglio che sia leggero come una piuma, che renda la pelle liscia, levigata, che vada lavorare su pori dilatati e piccole rughette rendendo il viso una tela bianca su cui i prodotti scorrano meglio, esaltandone il colore e prolungandone la durata.
Chiedo troppo? Lo so, altrimenti non sarei single! :D

BATTLE OF... PRIMER LOW COST! pt.2




 NYX PORE FILLER € 13,50


Questo primer è considerato il dupe del famosissimo PoreFessional di Benefit: in effetti sono molto simili per texture e colore, anche se ovviamente questo di NYX costa tipo la metà!

Mi piace perché ha la silica in alto nell’INCI, non contiene talco né oli, ed è perfetto per pelli miste o grasse, perché è fortemente mattificante ma al tempo stesso non occlude i pori. Sapete che non sono una grandissima fan del PoreFessional, e questa la trovo un’alternativa economica migliore dell’originale!