mercoledì 17 settembre 2014

UN WEEKEND A FIRENZE PER IL "PITTI FRAGRANZE" CON COQUILLETE PARIS


UN WEEKEND A FIRENZE PER IL "PITTI FRAGRANZE"

Ciao bellezze!

Se mi avete seguito sui miei social Facebook, Instragram e Twitter avrete notato che questo weekend sono stato nella splendida Firenze in occasione della dodicesima edizione di Pitti Fragranze - il più grande evento italiano dedicato alla profumeria artistica internazionale - per il lancio di Tudor, la nuova fragranza firmata Coquillete Paris di cui sono testimonial (ve ne parlerò presto sul blog!).

Come potete immaginare, è stata un’esperienza bellissima ed esaltante, che mi ha permesso di conoscere meglio il mondo dei profumi e scoprire nuovi brand con un sacco di idee e proposte interessanti!

Il salone ospitava ben 243 marchi tra i più qualificati al mondo, ed il tema scelto quest’anno per il layout (a cura di Alessandro Moradei) era “Profumi & Parole” – tema che ho semplicemente adorato essendo linguista, avido lettore e – ovviamente – blogger! :) Lo scopo era quello di creare un inedito percorso dedicato al dialogo tra le fragranze e la parole che poeti e scrittori hanno scelto per raccontarle, collegandosi idealmente al progetto-installazione “Verba Olent – Viaggio nella letteratura del profumo” nato da un’idea di Silvia Bruno Ventre e curato da Giovanna Zucconi, giornalista e anima del brand Serra & Fonseca. Questo angolo di Fragranze è stato sicuramente uno di quelli che mi ha emozionato di più in assoluto: dalla Bibbia alla Divina Commedia, da Omero a Pascoli passando per Shakespeare, Goethe, Baudelaire, ha preso vita una scia di profumo che legava personaggi, storie, emozioni, memorie, una traccia invisibile che trasforma il profumo in parola, come hanno fatto i più grandi scrittori della storia in passato. Gli 80 testi scelti e gentilmente offerti da Mondadori erano divisi in tre categorie ben note agli appassionati di profumi: testa, cuore e fondo – una piramide olfattiva utilizzata come metafora per ordinare poesie, racconti, romanzi.
Blogger Tricks

martedì 9 settembre 2014

BACK TO SCHOOL: 10 OUTFIT D'ISPIRAZIONE



BACK TO SCHOOL: 10 OUTFIT D'ISPRAZIONE

Back to school: si riparte!

Il primo giorno di scuola o di università ci sembra sempre il più importante, soprattutto se ci troviamo in una classe nuova e ci teniamo a fare una buona impressione sui nostri nuovi compagni e sui professori.  E’ un momento che un po’ ci elettrizza e un po’ ci spaventa, ed è per questo che ho deciso di creare alcuni outfit scegliendo i trend di stagione e reinterpretandoli in maniera fresca e giovanile, per dare a tutte voi che vi accingete a riprendere il vostro studio matto e disperatissimo qualche idea per ricominciare il nuovo anno scolastico con un po’ di spensieratezza e un pizzico e di glamour in più.

C’è uno stile per tutte: dalle più romantiche alle più grunge, dalle patite di capi vintage alle fanatiche delle stampe: basta saper scegliere – e mischiare – i capi più cool dell’autunno, abbinandoli a pezzi estivi che già avete nell’armadio per un perfetto guardaroba da mezza stagione

Ecco a voi dieci outfit di ispirazione per ricominciare la scuola (o l’università) con il piede giusto!

mercoledì 27 agosto 2014

VMA 2014: I LOOK DELLE STAR


VMA 2014

Moda e musica: un connubio perfetto, un legame indissolubile che unisce due mondi complementari e partorisce stili e tendenze come nient’altro riesce a fare. Basti pensare ai Sex Pistols, Janis Joplin, Amy WinehouseDiana Ross, Madonna, Kurt Cobain: tutte le più grandi star del mondo della musica sono state - a loro modo - icone di stile e veri e propri trendsetter, lanciando mode che ancora oggi ispirano gli stilisti e i fashionisti di tutto il mondo. Ecco perché i Video Music Awards è uno degli eventi più importanti non solo nel panorama musicale, ma anche in quello modaiolo.

giovedì 21 agosto 2014

INTERVIEW: JOSEPH HARWOOD


INTERVIEW: JOSEPH HARWOOD 
ENGLISH TRANSLATION BELOW

Che cos’è l’androginia? L'ho chiesto a Joseph Harwood - makeup artist e creatore del canale youtube PerfectAndrogyny - per fare luce su un argomento di cui vi parlo spesso, ma sul quale mi sembra ci sia ancora poca chiarezza a riguardo.

Joseph ha cominciato la sua carriera di modello androgino a 15 anni, prima di scoprire la sua passione per il trucco; il suo talento e la sua determinazione lo hanno portato a vincere il concorso di Simon Cowell You Generation alla ricerca dei migliori makeup artist del mondo, ha lavorato recentemenre con alcune drag queen del reality show Ru Paul's Drag Race e sta per lanciare la linea di pennelli che porta il suo nome.

Di sé dice: “Il mio corpo è maschile, la mia anima ha due sessi, la mia mente nessuno”. 
The Ladyboy è felice di presentarvi in esclusiva l'intervista a Joseph Harwood! 

mercoledì 13 agosto 2014

THE BALM "MARY-LOU MANIZER" REVIEW & SWATCHES


THE BALM MARY-LOU MANIZER 

Mary-Lou Manizer è uno di quei prodotti che è rimasto nella mia wishlist per secoli. Ogni volta che andavo in profumeria lo guardavo con occhi avidi, ma poi il prezzo mi frenava sempre perché spendere circa 16 euro solo per un highlighter mi sembrava un po’ eccessivo. Alla fine, però, mi sono accorto che l’illuminante è il prodotto che utilizzo di più in assoluto (dopo il mascara) e quindi ho deciso di acquistarlo, anche perché quello che usavo prima – il Face Contour Kit di Sleek - mi era finito.

Inizio col dire che i packaging di The Balm sono tra i miei preferiti in assoluto: divertenti, colorati, hanno tutti delle stampe vintage di pin-up, vecchie riviste di moda e bellocci alla James Dean; i toni femminili e i nomi ammiccanti per me lo rendono un brand davvero invitante, e i prodotti all’interno non sono da meno!

Mary-Lou Manizer si presenta come un illuminante in polvere color beige dorato, dal finish setoso e ultra brillante. La confezione è carinissima, una foto segnaletica di questa Mary-Lou accusata di essere “troppo carina, troppo popolare” con tanto di carta d’identità del brand e impronte digitali sul retro.

sabato 9 agosto 2014

LA VALIGIA PERFETTA: HOW TO PACK LIKE A PRO

COME PREPRARE LA VALIGIA PERFETTA
HOW TO PACK LIKE A PRO


Se c’è una cosa che mi ha insegnato il mio lavoro di modello, è come preparare una valigia. 

Dovendo sempre viaggiare per shooting ed eventi vari, ho imparato a preparare i bagagli in pochissimo tempo (non ci metto più di mezz’ora) e, se prima mi portavo dietro mezza casa, adesso riesco a restringere il tutto al minimo essenziale (a cui poi aggiungo sempre qual cosina extra, non si sa mai!
)

Poiché molti di voi questa settimana andranno in ferie ho pensato di spiegarvi come preparo io la valigia, svelandovi qualche trucchetto e consigli che spero vi aiuteranno a superare la crisi pre-partenza e organizzare con pochi accorgimenti una valigia perfetta.

mercoledì 6 agosto 2014

MY FAVOURITE SHOP IN ROME: VERTIGO VINTAGE BOUTIQUE


VERTIGO
 L'ABITO CHE VISSE DUE VOLTE
ENGLISH TRANSLATION HERE 

Ciao a tutti!

Oggi finalmente volevo parlarvi di uno dei miei negozi preferiti di Roma, nonché la boutique con cui ho collaborato per i miei outfit durante Altaroma Altamoda: Vertigo Vintage.

Ho conosciuto questo negozio un anno fa, proprio in occasione di Altaroma: stavo cercando una mise per partecipare alla sfilata di Giada Curti e, gironzolando per Roma, mi sono imbattuto in questo splendido negozietto, che si trova in Via del Gesù, 71, tra piazza Venezia e piazza Navona.

Appena entrato, sono rimasto a bocca aperta: è uno dei negozi vintage più belli che abbia mai visto, non solo per la pazzesca selezione di abiti e accessori, ma anche per l’aria e il clima che si respira lì dentro. Non a caso, nel 2013 ha vinto il premio di miglior negozio di Roma e, considerando quanti ce ne sono nella Capitale, direi proprio che è un grande merito! 

Vertigo è un ex laboratorio per il restauro di mobili antichi: le attuali proprietarie – Angelica e Benedetta – sono volute rimanere fedeli alla vocazione di restituire lustro ai tesori antichi.
Il negozio è arredato come una casetta delle favole, con armadi in legno, comode poltroncine retrò, macchine da scrivere e tanti specchi, ed è pervaso da un’atmosfera rilassata, intima, informale.

sabato 2 agosto 2014

MOODBOARD: CLUB TROPICANA


Resort spa treehouse in Bali

 CLUB TROPICANA 

Sarà che ho lavorato anche questa settimana (un blogger non va mai realmente in vacanza, sapevatelo), sarà che ha piovuto per la metà del tempo ma, nonostante sia tornato ieri dalle mie ferie, ho ancora voglia di mare, spiaggia, relax ed happy hour. 

Per contrastare il grigiore e la pioggia di questi giorni, quale modo migliore di sognare mete esotiche in riva al mare, sorseggiando un mojito ghiacciato sulla spiaggia e facendo un tuffo tra i colori della barriera corallina?

Il trend tropicale – che prende anche il nome di pacifica – ci ha fatto innamorare a prima vista: colori vitaminici come arancio, giallo limone, verde lime, ma anche tocchi di corallo, fucsia brillanti e turchese; stampe vivaci di palme, tucani, conchiglie, fiori di hibiscus e frutti della passione; un’atmosfera vacanziera, rilassata, che ha pervaso le passerelle di Fausto Puglisi, MSGM, Moschino Cheap & Chic e Stella Jean con abiti variopinti come uccelli del paradiso e dettagli island seducenti come orchidee.
Un trend squisitamente estivo, da portare con nonchalance per un massimo impatto con il minimo sforzo.

mercoledì 30 luglio 2014

ALTAROMA ALTAMODA: ACCADEMIA KOEFIA

Una delle sfilate che mi è piaciuta di più durante la settimana di Altaroma è stata quella presentata dagli studenti del III anno dell’Accademia Koefia,  i quali hanno portato in passerella i loro lavori finali realizzati con le sofisticate tecniche di composizione e confezione dell’Alta Moda italiana in un turbinio di colori, tessuti tecnici misti alla leggerezza di chiffon e sete, ricami, macramè, inserti e intrecci.

Il tema della sfilata di quest’anno – curata da Giusy Ingallinera e Simone Pirani – era l’immagine, declinata in tutte le sue varianti ed utilizzata dagli alunni come ispirazioni per le loro creazioni. Franco Moschino affermava che non c’era differenza tra un cartellone pubblicitario e una t-shirt stampata, entrambi divulgano un messaggio attraverso un’immagine” ha spiegato Simone Pirani, ex allevo Koefia e creativo nella maison Valentino. “Questo è quello che ho detto ai ragazzi, perché è stata l’unica associazione con l’universo moda durante la sua elaborazione: l’idea di veder nascere dei lavori attraverso un processo creativo diverso da quello con il quale in genere si sviluppano.”

lunedì 28 luglio 2014

BORDEAUXRLINE


BORDEAUXRILNE

Il secondo giorno di Altaroma Altamoda ha dato il via alle sfilate con Fabio Quaranta (vincitore nel 2010 nella sezione uomo di Who is on next?), il quale ha presentato la sua collezione PE15 a metà tra lo stile classico di personalità come Marcel Duchamp e la classe operaia degli anni ’40, in un paso doble di contrasti incentrato sul tessuto da lavoro per antonomasia: il denim.

A seguire, Rani Zakhem, Antonio Grimaldi, l’AccademiaKoefia e tanti eventi – tra cui Be Blue Be Balestra, Black Fashion e Passage - in un susseguirsi di appuntamenti in giro per la città che richiedevano un outfit comodo e pratico, ma senza rinunciare a un tocco di stile.

Complice anche la giornata piovosa, ho scelto un look sui toni autunnali del bordeaux, mischiando capi molto femminili con elementi rock. Il punto di partenza per costruire l’outfit è stata la pochette anni ’80 in pitone color borgogna, che ho pensato di abbinare ad una gonna effetto vinile in tinta e un crop top sartoriale creato da Les Marteau.