mercoledì 13 agosto 2014

THE BALM "MARY-LOU MANIZER" REVIEW & SWATCHES


THE BALM MARY-LOU MANIZER 

Mary-Lou Manizer è uno di quei prodotti che è rimasto nella mia wishlist per secoli. Ogni volta che andavo in profumeria lo guardavo con occhi avidi, ma poi il prezzo mi frenava sempre perché spendere circa 16 euro solo per un highlighter mi sembrava un po’ eccessivo. Alla fine, però, mi sono accorto che l’illuminante è il prodotto che utilizzo di più in assoluto (dopo il mascara) e quindi ho deciso di acquistarlo, anche perché quello che usavo prima – il Face Contour Kit di Sleek - mi era finito.

Inizio col dire che i packaging di The Balm sono tra i miei preferiti in assoluto: divertenti, colorati, hanno tutti delle stampe vintage di pin-up, vecchie riviste di moda e bellocci alla James Dean; i toni femminili e i nomi ammiccanti per me lo rendono un brand davvero invitante, e i prodotti all’interno non sono da meno!

Mary-Lou Manizer si presenta come un illuminante in polvere color beige dorato, dal finish setoso e ultra brillante. La confezione è carinissima, una foto segnaletica di questa Mary-Lou accusata di essere “troppo carina, troppo popolare” con tanto di carta d’identità del brand e impronte digitali sul retro.
Blogger Tricks

sabato 9 agosto 2014

LA VALIGIA PERFETTA: HOW TO PACK LIKE A PRO

COME PREPRARE LA VALIGIA PERFETTA
HOW TO PACK LIKE A PRO


Se c’è una cosa che mi ha insegnato il mio lavoro di modello, è come preparare una valigia. 

Dovendo sempre viaggiare per shooting ed eventi vari, ho imparato a preparare i bagagli in pochissimo tempo (non ci metto più di mezz’ora) e, se prima mi portavo dietro mezza casa, adesso riesco a restringere il tutto al minimo essenziale (a cui poi aggiungo sempre qual cosina extra, non si sa mai!
)

Poiché molti di voi questa settimana andranno in ferie ho pensato di spiegarvi come preparo io la valigia, svelandovi qualche trucchetto e consigli che spero vi aiuteranno a superare la crisi pre-partenza e organizzare con pochi accorgimenti una valigia perfetta.

mercoledì 6 agosto 2014

MY FAVOURITE SHOP IN ROME: VERTIGO VINTAGE BOUTIQUE


VERTIGO
 L'ABITO CHE VISSE DUE VOLTE
ENGLISH TRANSLATION HERE 

Ciao a tutti!

Oggi finalmente volevo parlarvi di uno dei miei negozi preferiti di Roma, nonché la boutique con cui ho collaborato per i miei outfit durante Altaroma Altamoda: Vertigo Vintage.

Ho conosciuto questo negozio un anno fa, proprio in occasione di Altaroma: stavo cercando una mise per partecipare alla sfilata di Giada Curti e, gironzolando per Roma, mi sono imbattuto in questo splendido negozietto, che si trova in Via del Gesù, 71, tra piazza Venezia e piazza Navona.

Appena entrato, sono rimasto a bocca aperta: è uno dei negozi vintage più belli che abbia mai visto, non solo per la pazzesca selezione di abiti e accessori, ma anche per l’aria e il clima che si respira lì dentro. Non a caso, nel 2013 ha vinto il premio di miglior negozio di Roma e, considerando quanti ce ne sono nella Capitale, direi proprio che è un grande merito! 

Vertigo è un ex laboratorio per il restauro di mobili antichi: le attuali proprietarie – Angelica e Benedetta – sono volute rimanere fedeli alla vocazione di restituire lustro ai tesori antichi.
Il negozio è arredato come una casetta delle favole, con armadi in legno, comode poltroncine retrò, macchine da scrivere e tanti specchi, ed è pervaso da un’atmosfera rilassata, intima, informale.

sabato 2 agosto 2014

MOODBOARD: CLUB TROPICANA


Resort spa treehouse in Bali

 CLUB TROPICANA 

Sarà che ho lavorato anche questa settimana (un blogger non va mai realmente in vacanza, sapevatelo), sarà che ha piovuto per la metà del tempo ma, nonostante sia tornato ieri dalle mie ferie, ho ancora voglia di mare, spiaggia, relax ed happy hour. 

Per contrastare il grigiore e la pioggia di questi giorni, quale modo migliore di sognare mete esotiche in riva al mare, sorseggiando un mojito ghiacciato sulla spiaggia e facendo un tuffo tra i colori della barriera corallina?

Il trend tropicale – che prende anche il nome di pacifica – ci ha fatto innamorare a prima vista: colori vitaminici come arancio, giallo limone, verde lime, ma anche tocchi di corallo, fucsia brillanti e turchese; stampe vivaci di palme, tucani, conchiglie, fiori di hibiscus e frutti della passione; un’atmosfera vacanziera, rilassata, che ha pervaso le passerelle di Fausto Puglisi, MSGM, Moschino Cheap & Chic e Stella Jean con abiti variopinti come uccelli del paradiso e dettagli island seducenti come orchidee.
Un trend squisitamente estivo, da portare con nonchalance per un massimo impatto con il minimo sforzo.

mercoledì 30 luglio 2014

ALTAROMA ALTAMODA: ACCADEMIA KOEFIA

Una delle sfilate che mi è piaciuta di più durante la settimana di Altaroma è stata quella presentata dagli studenti del III anno dell’Accademia Koefia,  i quali hanno portato in passerella i loro lavori finali realizzati con le sofisticate tecniche di composizione e confezione dell’Alta Moda italiana in un turbinio di colori, tessuti tecnici misti alla leggerezza di chiffon e sete, ricami, macramè, inserti e intrecci.

Il tema della sfilata di quest’anno – curata da Giusy Ingallinera e Simone Pirani – era l’immagine, declinata in tutte le sue varianti ed utilizzata dagli alunni come ispirazioni per le loro creazioni. Franco Moschino affermava che non c’era differenza tra un cartellone pubblicitario e una t-shirt stampata, entrambi divulgano un messaggio attraverso un’immagine” ha spiegato Simone Pirani, ex allevo Koefia e creativo nella maison Valentino. “Questo è quello che ho detto ai ragazzi, perché è stata l’unica associazione con l’universo moda durante la sua elaborazione: l’idea di veder nascere dei lavori attraverso un processo creativo diverso da quello con il quale in genere si sviluppano.”

lunedì 28 luglio 2014

BORDEAUXRLINE


BORDEAUXRILNE

Il secondo giorno di Altaroma Altamoda ha dato il via alle sfilate con Fabio Quaranta (vincitore nel 2010 nella sezione uomo di Who is on next?), il quale ha presentato la sua collezione PE15 a metà tra lo stile classico di personalità come Marcel Duchamp e la classe operaia degli anni ’40, in un paso doble di contrasti incentrato sul tessuto da lavoro per antonomasia: il denim.

A seguire, Rani Zakhem, Antonio Grimaldi, l’AccademiaKoefia e tanti eventi – tra cui Be Blue Be Balestra, Black Fashion e Passage - in un susseguirsi di appuntamenti in giro per la città che richiedevano un outfit comodo e pratico, ma senza rinunciare a un tocco di stile.

Complice anche la giornata piovosa, ho scelto un look sui toni autunnali del bordeaux, mischiando capi molto femminili con elementi rock. Il punto di partenza per costruire l’outfit è stata la pochette anni ’80 in pitone color borgogna, che ho pensato di abbinare ad una gonna effetto vinile in tinta e un crop top sartoriale creato da Les Marteau.

martedì 22 luglio 2014

ALTAROMA ALTAMODA: GIADA CURTI PRESENTA "SHUKRAN"


Quando ho incontrato Giada Curti nel backstage della sua sfilata, presentata il giorno d’apertura di Altaroma, la prima cosa che le ho detto è stata “Sei l’unica che riesce a superarti!”.  
E lo pensavo davvero.

Se c’era un appuntamento a cui sapevo di non poter mancare, era questo. Perché per me Giada Curti è una garanzia, sinonimo di eleganza, classe, opulenza. Le sue sfilate sono sempre tra le mie preferite, e anche quest’anno non mi ha deluso.

La location scelta per il defilé è stata l’esclusivissimo The Westin Excelsior hotel in Via Veneto, che ha lasciato a bocca aperta gli oltre 500 ospiti presenti, in una splendida sala sormontata da scenografici lampadari chandelier in cristallo che ad ogni uscita cambiavano colore come per magia, passando dal blu, al rosso, al rosa. All’improvviso non eri più nel centro di Roma, ma ti trovavi catapultato in una delle fiabe di Le mille e una notte,  tra abiti degni di Shahrazād che sfilavano accompagnati dalle note della Zaghrouta, un canto nuziale tipico della tradizione araba.

domenica 20 luglio 2014

ALTAROMA ALTAMODA DAY 1


ALTAROMA ALTAMODA DAY 1 
ENGLISH TRANSLATION HERE

Hello there!

Scusatemi per la lunga assenza dal blog, ma se mi avete seguito sui miei social Instagram, Twitter e Facebook avrete notato che questa settimana sono stato nella splendida Roma in occasione della XXV edizione di AltaRoma AltaModa, la settimana della moda capitolina che, come ogni anno, ha portato in scena l’eccellenza dell’haute couture italiana.

Sfilate, inaugurazioni, mostre: un serie di eventi all’insegna della creatività, dello stile, dell’arte - a metà strada tra le salde tradizioni e la contemporaneità - AltaRoma si riconferma uno dei miei eventi preferiti del fashion system italiano, in quanto rispetto ad altre occasioni modaiole è più discreta, signorile, e dedicata a chi nutre un sincero interesse per la moda.
Tantissime le maison presenti alla manifestazione: dai nomi storici come Bulgari, Curiel, Sarli e Renato Balestra a stilisti già affermati e consolidati quali Giada Curti, Antonella Rossi, Sabrina Pereschino e Luigi Borbone, AltaRoma lascia grande spazio anche alle “nuove leve”, come Peter Langner, Rani Zakhem, Esme Vie (vincitrice della nona edizione di Who’s on next?), Greta Boldini e gli studenti dello IED Roma e dell’Accademia Koefia, il tutto ambientato tra le location più spettacolari della città eterna, come Palazzo Braschi, le Scuderie di Palazzo Ruspoli e il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia.

lunedì 7 luglio 2014

SNAKE CHARMER


SNAKE CHARMER 

Adoro i capi con tagli asimmetrici, soprattutto quelli con un po’ di strascico: trovo donino a molte tipologie di persone, perché spezzano la figura in obliquo, slanciandola. Sono perfetti sia per i fisici petite sia per chi ha belle gambe lunghe e vuole metterle in mostra, in quanto la coda crea una specie di “cornice” che le rende il punto focale del look. Inoltre, i capi asymmetrical sono molto in voga, così ho pensato di proporvi una maglia con coda firmata Stefania Silvestri - una giovane stilista salernitana che adoro non solo per le linee, i colori e i tessuti dei suoi abiti, ma anche per il suo infinito buon gusto. 
Avevo già indossato una sua maglia in un modello simile quando ho lavorato come inviato moda per il Giffoni Film Festival, e appena ho visto questa limited edition in seta leggerissima con stampa pitone non me la sono lasciata scappare!

giovedì 3 luglio 2014

SUMMER MAKEUP: I MIEI CORRETTORI DEL MOMENTO


Chi mi conosce sa che sono un patito/fissato/maniaco di makeup: se potessi, andrei a vivere da Sephora e mi farei adottare da Lisa Eldridge ma, essendo tutte e due idee poco fattibili, mi sono limitato ad inaugurare sul mio blog una sezione beauty in cui vi parlerò dei miei prodotti di makeup e skincare preferiti, con recensioni, consigli e tips rubati dai backstage dei miei set fotografici.

Oggi vi parlo dei tre correttori che sto usando di più in questo momento: sono diversissimi tra di loro per uso, consistenza e prezzo (low-cost, medio e alto), ma li utilizzo tutti e tre ormai da mesi – da soli o in combinazione tra di loro - con grosse soddisfazioni . Mi piacciono perché sono tutti e tre molto leggeri e quindi non appesantiscono eccessivamente il viso, il che li rende perfetti per l’estate.