lunedì 10 aprile 2017

DIARIO DI UNA TRANS - UN ANNO DOPO


DIARIO DI UNA TRANS
UN ANNO DOPO

Vi scrivo dalla mia casa di campagna, dove sono cresciuta con i miei cugini, le mie sorelle, i miei nonni ed i miei genitori, davanti ad un balcone spalancato su un cielo rosa che si frastaglia tra i profili delle montagne che sono sempre le stesse, almeno loro. È bello sapere che certe cose non cambiano mai.

Sono passati dodici mesi da quando ho iniziato il mio percorso da trans: è stato un anno molto intenso, complesso, fatto di alti altissimi e bassi bassissimi, di emozioni forti, di felicità immensa e di tristezza disumana. 
Sono più di 3 mesi che non scrivo sul blog, non ne avevo voglia, ho vissuto un periodo particolarmente difficile durante il quale – come direbbe Baricco – ho preso commiato da me stessa, e mi sono rinchiusa in una bolla dove non mi interessava vedere o sentire niente. Mi sono presa del tempo, del tempo per pensare, per stare da sola, per soffrire, perché no, perché ho questa mia strana forma di elaborazione del dolore in cui devo vivermelo fino in fondo prima d lasciarmelo alle spalle e andare avanti. È come se 30 anni mi fossero caduti addosso tutti d’un colpo, mi sono sentita all’improvviso più vecchia e più stanca. Ho perso il lavoro, ho perso l’uomo che amavo, e mi sono sentita per la prima volta veramente smarrita. Mi sembra di avere mille strade avanti e non sapere quale prendere, perché non c’è un motivo per imboccare l’una piuttosto che l’altra, e magari aspetti che qualcuno venga, ti prenda per mano e ti riporti sulla direzione giusta, come un bambino che ha perso i genitori nel supermercato.
Blogger Tricks

domenica 22 gennaio 2017

LETTERA DI UN PADRE AD UNA FIGLIA TRANSESSUALE


LETTERA DI UN PADRE
AD UNA FIGLIA TRANSESSUALE

Un paio di settimane fa mio padre ha compiuto settant'anni.

In quell'occasione, mi ha scritto una lettera, e mi ha chiesto di pubblicarla sul blog affinché tutti potessero leggerla. È la prima volta che un altro “autore” scrive qualcosa su queste pagine, ma ho deciso di pubblicare la missiva – nonostante sia molto personale – perché penso possa essere d’aiuto a molti genitori di persone transessuali, e a molti transessuali stessi. 
E anche perché, sì, sono orgogliosa di avere un padre così.

giovedì 12 gennaio 2017

DIARIO DI UNA TRANS: 9 MESI DOPO


DIARIO DI UNA TRANS
9 MESI DI TERAPIA ORMONALE

In questi giorni mi è tornata in mente quella zingara una volta a Napoli che, leggendomi la mano, mi disse che la mia linea della vita si interrompeva e poi ricominciava come se fosse un nuovo inizio. È buffo che dopo tutti questi anni mi rendo conto di quanto avesse ragione: mi piacerebbe ricontrarla per dirle che è proprio così, ho avuto un nuovo inizio, la mia vita è ricominciata (o forse, è cominciata) da quando ho scelto di diventare donna.  

Sono passati 9 mesi da quando ho iniziato il mio percorso endocrinologico per il cambiamento di sesso. 9 mesi è la durata di una gravidanza, e in questo arco temporale sento proprio di essermi partorita, di aver dato vita a me stessa, alla persona che volevo essere. 

Sono stati i 9 mesi più intensi della mia vita: sapevo che sarebbe stato molto difficoltoso e costoso, ma non pensavo lo sarebbe stato così tanto. 
Un lungo travaglio.

sabato 31 dicembre 2016

THE SWINGIN' SIXTEEN


THE SWINGIN' SIXTEEN

Il 2016 è stato un anno di merda.
Vorrei far parte di quella schiera di blogger che sono tutte lì a decantare quanto sia stato “wonderful” il loro 2016, ma sappiamo tutti che sono una bastian contraria, che sono politically uncorrect e che non ho il dono della sintesi. Tra le altre cose.

Quest’anno è stato probabilmente il difficile di tutta la mia vita, e sono davvero, davvero felice che sia finalmente finito: è stato un anno fatto di dolore, di attese infinite, di depressione, di lutti, di paure, di momenti di sconforto in cui mi sembrava davvero impossibile andare avanti. Ma ogni storia ha un rovescio della medaglia, e dire che il 2016 sia stato un anno di merda sarebbe ingiusto, perché non è del tutto vero: è stato l’anno in cui ho cominciato la mia transizione, in cui finalmente ho iniziato ad essere la persona che ho sempre voluto essere, in cui ho per la prima volta mi sono vista bella, felice, piena, donna. È stato l’anno in cui ho conosciuto l’amore vero, quello più puro, che ti spazza da terra come un tornado, ed è stato l’anno in cui ho fatto pace con Dio. E forse anche con me stessa.

Il 2016 è stato l’anno in cui ho finalmente smesso di fumare, dopo 10 lunghi anni; ho cominciato a mangiare meglio, ho fatto il Cammino di Santiago, ed è nato il mio nipotino Leonardo che mi ha fatto provare una sconfinata tenerezza che mi era sconosciuta. È stato un anno difficile, sì, ma è stato un anno di cambiamento, e i cambiamenti non sono mai facili. Cambiare fa sempre bene, anche se all’inizio facciamo fatica ad accettarlo: non riesco ad immaginare niente di peggio che rimanere sempre uguali a se stessi, senza evolvere, senza migliorare, senza farsi domande, senza provare a guardare le cose da una prospettiva diversa. È solo che i cambiamenti spaventano, o almeno spaventano me, che sono affezionata ai miei ricordi, alle mie abitudine, agli angoli del mio cuore.

mercoledì 14 dicembre 2016

ALL ABOUT EYEBROWS



ALL ABOUT EYEBROWS 
TUTTO SULLE SOPRACCIGLIA

Immaginatevi un bellissimo quadro con una brutta cornice: perderebbe almeno metà del suo fascino, non è vero? 
Lo stesso accade con le sopracciglia: esse "incorniciano" i nostri occhi e sono in grado di migliorare o peggiorare il nostro sguardo. È per questo importante tenerle sempre in ordine e curate, ed è per questo che ultimamente è scoppiato un vero e proprio boom delle sopracciglia – uno dei punti focali più importanti del nostro viso.

Enfatizzate sin dai tempi di Cleopatra, le sopracciglia hanno subito radicali cambiamenti nel corso dei secoli, in base anche alle mode ed ai gusti delle diverse epoche: si sono assottigliate, si sono arcuate, si sono infoltite; le abbiamo spinzettate e riempite, depilate e disegnate, oppure lasciate au naturel.

Negli ultimi anni, il fenomeno eyebrows ha contagiato tutti, complici anche le meravigliose sopracciglia di Cara Delevingne che ha lanciato un nuovo trend nel campo della bellezza. Sul mercato, infatti, sono usciti centinaia di prodotti dedicati specificamente a questa zona del viso: creme, polveri, cere, matite, gel, mascara, tatuaggi, tinture e chi più ne ha più ne metta. 
Io ho deciso di mettere alla prova 7 dei più rinomati prodotti per sopracciglia ed in questo post vi esporrò le mie opinioni in merito, dandovi anche qualche cenno su le sopracciglia più iconiche che hanno fatto la storia.