lunedì 27 aprile 2015

Un giorno a Roma per l'evento Beauty Haute Couture


BEAUTY HAUTE COUTURE

Il giorno del nostro matrimonio vorremmo che fosse tutto perfetto: l’abito, il trucco, i fiori, l’acconciatura: ogni cosa deve essere impeccabile, ineccepibile, a regola d’arte. Organizzare un matrimonio è una missione, un lavoro, tanto che molti ne hanno fatto una vera e propria professione – il wedding planning – ed è meglio rivolgersi ad esperti che sappiano aiutare le promesse spose a districarsi tra bomboniere e segnaposto.

Se mi seguite sui miei social Facebook e Twitter avrete visto che Mercoledì ero a Roma con la mia amica e fotografa Veronica Duszynski per Beauty Haute Couture, l’evento organizzato da Fashion News Magazine in collaborazione con Nardi DaySpa di Roma proprio per venire incontro alle esigenze delle ragazze in cerca di consigli e spunti per il loro grande giorno. Un vero e proprio percorso nel mondo degli sposalizi, con angoli e corner dedicati al matrimonio in tutti i suoi aspetti e team di esperti che hanno guidato le ospiti a fare le scelte giuste e proponendo loro nuovi look, pettinature, nail art, composizioni floreali e molto altro!
Blogger Tricks

venerdì 17 aprile 2015

Coachella style: cosa indossare ad un festival musicale


COACHELLA STYLE: COSA INDOSSARE AD UN FESTIVAL MUSICALE

Hello dolls!

Questa settimana, con l’arrivo della primavera, parliamo di festival!  State tranquilli, Sanremo non c’entra assolutamente niente! :D

La scorsa settimana è cominciato il celeberrimo Coachella, una delle manifestazioni più importanti della musica internazionale, che darà ufficialmente il via alla stagione dei festival musicali.
Sebbene in Italia non ci sia una vera e propria cultura del festival, all’estero sono eventi culturali molto attesi: tra i più importanti, il già menzionato Coachella (in California), il Bonnaroo (Tennesee), il Primavera Sound Festival (Barcellona), il SXSQ (Austin, Texas), il Glastonboury in Inghilterra e il Summerfest, il più grande festival musicale del mondo, che si tiene per 11 giorni a Milwaukee, nel Wisconsin.

Se siete tra i fortunati che partiranno alla volta di un music festival in giro per l’America o in Europa, o se avete in programma di partecipare all’Heineken Jammin’ Festival di Milano, al concerto del 1° Maggio a Roma o semplicemente quello del vostro cantante preferito, vi basterà seguire qualche accorgimento per affrontare al meglio l’evento, senza rinunciare a un tocco di stile.

lunedì 13 aprile 2015

CHERRY BLOSSOM GIVEAWAY: LAURA MERCIER, RITUELLE, PROFUMI PURI


CHERRY BLOSSOM GIVEAWAY 

Hello dolls! 

Finalmente è arrivata la primavera, e ho pensato di celebrare l'arrivo della bella stagione con voi con un super giveaway tutto dedicato al mondo della bellezza e a uno dei miei fiori preferiti, i fiori di ciliegio!

In questi giorni, infatti, in Giappone si sta festeggiando la fioritura dei sakura con tour, celebrazioni e festival dedicati a questi splendidi fiori, e così ho pensato sarebbe stato carino fare un giveaway a tema jappo, visto che sapete quanto adori questo paese e questa cultura.  

Ho deciso di dividere i premi del giveaway in 2 pacchetti, così da darvi una maggiore possibilità di vincere. Il primo premio comprende: 

mercoledì 8 aprile 2015

QUANDO LA NONNA FA TENDENZA: GRANNY HAIR, IL TREND CAPELLI PIU' COOL DI STAGIONE


GRANNY HAIR, IL TREND CAPELLI PIU' COOL DI STAGIONE 

50 sfumature di grigio non è solo il titolo del film più chiacchierato degli ultimi mesi, ma anche le nuance per capelli più gettonate per la primavera 2015.

Si chiama granny hair ed è la tendenza che sta spopolando in America: capelli grigi, argentati, letteralmente “da nonna”. Il web lo adora, e su Instagram e Tumblr l’hashtag #grannyhair è diventato un vero e proprio trend, scatenando una vera mania; anche alcune celebrities come Lady Gaga e Kylie Jenner hanno ceduto al fascino di una chioma cinerea, in quanto si tratta di una tonalità sorprendentemente elegante e sofisticata che si presta bene ad ogni occasione ed ogni hairstyle - dalle trecce agli chignon.

martedì 31 marzo 2015

SELFRIDGES LANCIA "AGENDER", LA MODA SENZA SESSO


SELFRIDGES LANCIA AGENDER, LA MODA SENZA SESSO 
ENGLISH TRANSLATION BELOW 

Ho cominciato a comprare vestiti nei negozi femminili quando avevo 18 anni.
A quei tempi la moda uomo era ben lontana dalle vestibilità slim, le influenze metrosexual e i jeans skinny, si portavano cose larghissime, da rapper, o estremamente sportive che a me – con un fisico androgino e magrolino – stavano malissimo e non rispecchiavano il mio stile. 
Ho cominciato a comprare jeans taglia 28 e semplici T-shirt che perlomeno mi vestivano bene ancor prima di capire che in quei panni “da femmina” mi ci sentivo meglio, erano più adatti al mio corpo e alla mia anima, mi stavano meglio e mi rendevano più felice, come tutti i vestiti nuovi dovrebbero fare. Ma questa è un’altra storia.

Nonostante gli anni passati ancora oggi, per me, è uno stress districarsi tra i reparti uomo e donna (e a volte anche bambino e bambina) o trovare facilmente un paio di tacchi della giusta misura (e dire che porto il 40, non dovrebbe nemmeno essere così difficile). C’è ancora gente che mi chiede perché mi vesto "da femmina"; ma cosa significa esattamente, nel 2015, vestirsi "da femmina"? Perché le femmine non mi risulta vadano in giro ogni giorno a tutte le ore in calze, minigonna e tacchi, anzi, le vedo sempre più spesso in felpa, jeans e scarpe da ginnastica. Quindi se metto felpa, jeans e scarpe da ginnastica sono vestito anch’io “da femmina”? O forse le ragazze in felpa, jeans e scarpe basse sono vestite “da uomo”? O se metto felpa, jeans e scarpe da ginnastica comprate in un negozio femminile sono vestito “da femmina” mentre se le ho comprate in un negozio maschile sono vestito “da uomo”? Non credo. 
Si riconduce sempre tutto a quegli stereotipi e figure con cui siamo cresciuti e a cui siamo abituati, ma c’è uno stile e una moda democratica, che non ha sesso e non ci definisce più così categoricamente come un tempo.

E’ sull’onda di questo pensiero che il luxury retailer inglese Selfridges ha deciso di lanciare Agender, un concept space dedicato alla moda senza gender – il genere sessuale - in store e online sul sito di Selfridges.com fino a fine Aprile.
Si tratta di una novità assoluta, il primo reparto in un grande magazzino dove poter fare shopping di capi firmati, prodotti beauty e accessori in assoluta libertà, senza preoccuparsi che siano for him o for her, con linee esclusive disegnate appositamente per Selfridges e alcuni spazi espositivi in cui – tramite film, musica e fotografia – si esplora l’evoluzione dell’idea di genere. “Volevamo portare i nostri clienti in un viaggio dove potessero comprare senza limiti né stereotipi” – ha affermato il portavoce di Selfridges – “in uno spazio che consenta alla moda di esistere come la forma d’espressione più pura dell’io”.

venerdì 27 marzo 2015

L'OREAL INFAILLIBLE 24-H MAT: REVIEW& SWATCHES



Hello gorgeous!

Se mi seguite sui miei social Instagram e Twitter avrete visto che in questi giorni ho provato il uovo fondotinta Infaillibile 24H-Mat, ultimo arrivato in casa L’oréal.

Quando ho visto la pubblicità sono stato subito curioso di provare questo fondo, che sembrava proprio quello che stavo aspettando: finish mat, a lunga durata, resistente al caldo e al sudore, con una coprenza medio alta e non comedogenico. In una parola: il fondotinta perfetto.

Purtroppo sul web ho sempre e solo trovato recensioni sponsorizzate a cui – nessuno me ne voglia – credo sempre a metà. E’ difficile carpire da un post che viene promosso da un’azienda quanto l’entusiasmo dimostrato nei confronti di un determinato prodotto sia realmente genuino ed io, che sono come San Tommaso e se non vedo non credo, ho deciso di acquistarlo a provare quanto sia “infallibile” questo nuovo fondotinta.

domenica 8 marzo 2015

NEW TALENTS: INTERVIEW WITH DAIZY SHELY


INTERVIEW: DAIZY SHELY

(ENG)

Hello gorgeous, and happy March 8th! 

Since today it's the International Women's Day I was thinking about how to celebrate this occasion with you, and I decided that the best way to do it was by interviewing a great woman, a strong, brave one that could be an inspiration and example for all of us. That kind of enterprising and independent woman who's bound to her past but still projected into the future; one of those women that I admire everyday, and that I want to celebrate today here on my blog.

The choice fell on Daizy Shely, one of the new fashion talents that are all the rage around the world with her eclectic and powerful clothing. Daizy - born in Israel - moved to Milan in 2009, and last year she has won the contest created by AltaRoma in collaboration with Vogue Italia "Who is on next?", where I met her. 

Daizy's woman is bold and fierce like her collections are: leather and feathers are mixed with sequins and organza in an unique blend of strength and delicacy; feminine lines share room with masculine cuts and tailoring, and digital techniques are used together with handrawing to create unusual contrasts - like the digital roses overlapped to the handpainted ones - in a magical universe where the traditions of the past such as wool and tartan conciliate with more modern materials such as lurex and PVC.

giovedì 5 febbraio 2015

TO BUY OR NOT TO BUY: JANUARY 2014

TO BUY OR NOT TO BUY: JANUARY 2014

Hello beautiful people! 

Queste ultime settimane per me sono state molto belle ed intense: mia cugina Chiara è venuta dall’Inghilterra per il suo compleanno e ho cercato di passare quanto più tempo possibile con lei visto che non ci vediamo mai, e in più Sabato ho lavorato ad una serata organizzata da Firework Salerno dedicata alla moda dove sono stata madrina della serata (e mi hanno fatto sfilare in mezzo al fuoco con una corona pirotecnica, che paura!!! potete vedere qui il video e le foto sulla mia pagina ufficiale di Facebook!)

Insomma, questo Febbraio è cominciato in maniera scintillante in tutti i sensi, ma finalmente oggi ho la giornata libera e riesco a pubblicare il post sui miei prodotti preferiti (e non) di Gennaio! 
Adoro scrivere e leggere questi post, perché mi permettono di parlare di più prodotti insieme e non di uno solo come accade nelle review! Fatemi sapere se anche a voi piacciono, o se preferireste un’altra tipologia di articolo per quanto riguarda i prodotti di bellezza!

lunedì 26 gennaio 2015

BLOGGER WE WANT YOU: LA MIA CANDIDATURA PER GRAZIA.IT


Esistono due facce della moda.

C’è quell’immagine che la moda vuole dare di sé – vanitosa, patinata, scintillante e controversa; la moda che tutti conosciamo - un po’ frivola e un po’ snob - ancora circondata da un’aura di falsi miti e cliché squisitamente anni ’90. E poi c’è la moda vera, la moda come business, concreta, reale, non photoshoppata, fatta di tutto quello che si nasconde il vetro di questa incubatrice di sogni chiamato fashion system
Perché la moda, anche se a molti può sembrare inconcepibile, è lavoro: lavoro di stilisti, di sarti, di fotografi, di modelli e truccatori, ma anche lavoro di negozianti, buyer, giornalisti e redattori, PR, concerie e ricamatori.

lunedì 19 gennaio 2015

THE PERFECT COAT: IL CAPPOTTO GIUSTO PER OGNI TIPO DI FISICO

Il cappotto è uno di quei capi per cui, a mio avviso, è bene spendere un po’ più di soldi e investire in un pezzo di qualità, intramontabile, che potrete utilizzare negli anni a venire, piuttosto che doversi ridurre a ricomprarne uno nuovo l’inverno successivo. 
Se questo inverno avete deciso di regalarvi (o farvi regalare) un nuovo cappotto, magari approfittando dei saldi, ecco qualche consiglio utile per trovare il modello più adatto a voi e al vostro corpo!

Innanzitutto, scegliete un modello interessante – per tessuto, colore o dettagli – ma assicuratevi che sia qualcosa di cui non vi stancherete; se, per esempio, il vostro stile è in continua evoluzione e cambia di stagione in stagione, meglio optare per linee e tinte classiche, che siete sicure indosserete di anno in anno senza remore.
Prima di comprare un cappotto, pensate a cosa avete nell’armadio: cercate un capospalla che si abbini grossomodo con la maggior parte dei capi che avete e che indossate abitualmente. Una lunghezza media di solito va bene per tutte, ma se utilizzate spesso le longuette scegliete un coat che sia leggermente più lungo.
Per quanto riguarda i colori, consiglio di partire sempre da quelli neutri sul versante scuro: nero, cioccolato, blu navy e verde oliva sono le scelte più sensate per cominciare a costruire un saldo guardaroba outwear. Se si tratta del vostro secondo cappotto importante, sceglietelo in una tonalità fredda o calda opposta al primo, mentre per il terzo potete sbizzarrirvi e scegliere magari un colore particolarmente vivace o una fantasia che amate particolarmente. Per quanto mi riguarda, adoro i cappotti bianchi in inverno, ma considerate che richiedono molta manutenzione (e molti soldi spesi in lavanderia) quindi, se proprio bianco deve essere, assicuratevi che sia una capotto veramente fantastico e riservato ad occasioni speciali (per l’utilizzo quotidiano è una battaglia persa in partenza, mettetevi l’anima in pace). E soprattutto, ricordate che ogni cappotto può essere vivacizzato da una borsa colorata e accessori che spezzino la monotonia.

Guardiamo ora i vari tipi di fisico e gli stili più adatti ad ognuno di essi: